A Venezia sfida in attacco. Duello Gliozzi-Pohjanpalo

Modena, nella partita di domenica si affrontano due squadre dalle idee simili. La differenza la faranno i singoli. Determinanti anche i confronti a centrocampo . .

A Venezia sfida in attacco. Duello Gliozzi-Pohjanpalo

A Venezia sfida in attacco. Duello Gliozzi-Pohjanpalo

Se dovesse essere una sfida tra due 3-5-2, prepariamoci a duelli individuali in ogni zona del campo. E sono spesso quelli a fare la differenza nell’economia di un incontro, creare superiorità numerica è il dettaglio più importante quando di fronte ci sono due formazioni dalle idee, almeno teoriche, simili. Modena e Venezia possono mettere in campo singoli di valore per la categoria e spunta, prima fra tutte, la sfida nella sfida dei due attaccanti principi: Gliozzi e Pohjanpalo. L’islandese viaggia sempre fortissimo, quest’anno è a quota 11 reti in 20 partite, l’anno scorso ha chiuso a 19 in 37 gare, numeri cresciuti grazie anche al pokerissimo segnato proprio al Modena nel maggio 2023. Fisicamente quasi inaffrontabile a volte, se a Pohjanpalo il difensore centrale (senza Zaro, Pergreffi o Cauz?) lascia l’appoggio e gli permette di crearsi lo spazio per la conclusione, può dirsi nei guai. Gliozzi è in crescita, il gol al Cosenza può averlo sbloccato.

Senza dimenticare che in questa categoria il bomber di Siderno rappresenta un bel punto di riferimento: 10 marcature lo scorso anno a Pisa, 9 l’anno precedente a Como, 7 a Cosenza nel 2021. Ci si giocherà tanto anche in mezzo al campo. Da una parte la solita regia di Fabio Gerli, dall’altra quella di Ellertsson, uno dei giocatori più decisivi nel gioco di Vanoli. L’unica differenza statistica tra questi due è nei gol: il veneziano segna (2 reti e 4 assist) a Gerli manca il guizzo offensivo ma con il Cosenza è tornato a mostrare una non banale lucidità nell’assist a Gliozzi. Poi, le ali. E qui i duelli saranno probabilmente più influenti di quel che si possa pensare. A destra, il Modena non avrà Ponsi e dovrà adattare uno tra Magnino e Santoro, nell’eventualità. Da quella parte, alla sua sinistra, il Venezia schiererà l’arrembante Zampano (in gol a Bolzano) e arginarlo vorrebbe dire depotenziare e non di poco il motore offensivo dei lagunari. Il duello Candela-Corrado, invece, dalla parte opposto si preannuncia affascinante e a suon di corse. Due giocatori bravi, con gamba, amanti del fondo. Ne vedremo delle belle. Così come ne vedremo più in generale tra Modena e Venezia.

Alessandro Troncone