Addio al cantore Dante Bortolotti. Era l’anima del borgo di Magrignana

Si è spento a 74 anni, scriveva poesie e racconti sulla montagna e ha allestito il Museo del Caprile.

Addio al cantore Dante Bortolotti. Era l’anima del borgo di Magrignana

Addio al cantore Dante Bortolotti. Era l’anima del borgo di Magrignana

"Se n’è andato uno dei cantori più puri della nostra montagna". Con queste parole Emilio Balboni, colonna portante di E’ Scamadul, associazione culturale di Sestola, ha ricordato Dante Bortolotti di Montecreto, scomparso giovedì scorso all’età di 74 anni, e storico collaboratore dell’associazione. Oggi, fino alle 14.30, sarà possibile salutare Dante presso le camere ardenti dell’ospedale di Pavullo, poi la salma sarà accompagnata al Tempio crematorio di Modena. Dante Bortolotti, che ha lasciato la moglie Lucia, il figlio Dario con Maria Beatriz, la nipotina Gaia e la sorella Maria, ha scritto libri di poesia e di racconti che testimoniano la vita a Montecreto, di Borgovecchio dove era nato e di Magrignana che aveva lasciato per motivi di lavoro per farci ritorno stabilmente una volta in pensione. A Magrignana aveva allestito il Museo del Caprile.

Fra i suoi racconti, troviamo quelli sul borgo di Magrignana in attesa del risveglio col sole di San Geminiano e le sue partenze nelle albe fredde d’autunno.

w.b.