BARBARA MANICARDI
Cronaca

Addio Alessandra Morta la moglie del sindaco Muzzarelli "Esempio di coraggio"

Si è spenta ieri, a 48 anni, dopo aver lottato per anni contro un tumore. Aveva raccontato in un libro la sua battaglia contro la malattia. Il marito Gian Carlo: "E’ andata nel suo paradiso di gioia e vita".

Addio Alessandra   Morta la moglie   del sindaco Muzzarelli  "Esempio di coraggio"

Addio Alessandra Morta la moglie del sindaco Muzzarelli "Esempio di coraggio"

di Barbara Manicardi

Una donna coraggiosa, tenace, intelligente e sensibile. Alssandra Pederzoli, scomparsa ieri a soli 48 anni, era così: in una parola unica. E quando la incontravi – sempre di corsa, impegnata in mille progetti e pronta a iniziarne altri mille – non potevi non farti contagiare da un ottimismo che si esprimeva sempre, anche nei momenti ’no’, con un sorriso solare, che arrivava dal cuore e travolgeva tutti. Perché lei aveva la rara capacità di vedere sempre il bello e il buono in tutte le cose e in tutte le persone. Questo carattere forte e positivo l’ha sostenuta negli anni della sua battaglia contro un male incurabile, un alieno che viveva dentro di lei e che lei ha saputo guarda in faccia e raccontare con lucida razionalità nel suo libro ’Al volante della mia vita’, presentato anche a Modena nella chiesa di San Carlo con grande successo di pubblico. Capitoli che racchiudono passaggi crudi, duri ma anche teneri di un’esistenza che non è mai stata facile, sin da ragazzina. Alessandra Pederzoli, commercialista, docente Unimore e donna profondamente impegnata nel mondo del volontariato proprio a difesa dei diritti delle donne, brillava di luce propria in qualunque occasione. Sì, era orgogliosamente la moglie (dal 2012) del sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ed era la madre della bellissima Emma, ma era soprattutto Alessandra, ’Alle’ per tutti. Perché lei non ha mai rinunciato ad essere protagonista della propria esistenza e fino agli ultimi giorni non ha mai nascosto a se stessa e agli altri la situazione, anche con messaggi e video sui social e alle persone più care. La sua scomparsa è stata un vero choc per la città. Per tutti. Ad annunciarla con un post sui social è stato proprio il sindaco Muzzarelli: "In questo momento Alessandra è andata nel suo paradiso di gioia e vita. Un abbraccio ai tanti che sono con noi in questo momento. Un abbraccio ancora da Gian Carlo ed Emma". "Con la sua tenacia nel contrastare la paura – ha detto il vice sindaco Gianpietro Cavazza – e una costante ricerca della bellezza, Alessandra ha proposto una testimonianza pubblica di amore e di fede augurandosi, come lei stessa a sottolineato in più occasioni, che il racconto del suo viaggio potesse essere di ispirazione anche per altri".

"Una notizia tremenda – ha sottolineato il presidente della Regione Stefano Bonaccini – Alessandra lascia un vuoto incolmabile. Per la sua energia nell’affrontare ogni aspetto della quotidianità, anche di fronte alle difficoltà, con il suo indimenticabile sorriso. Bastava conoscerla per apprezzarne passione e umanità. Doti che la caratterizzavano anche sul lavoro, da straordinaria professionista quale era. A te, caro Giancarlo, e a vostra figlia Emma, un abbraccio fortissimo. Vi sono vicino e vi esprimo le più sentite condoglianze, anche a nome di tutta la Giunta regionale", chiude Bonaccini.

Dopo il rosario che si è tenuto ieri sera nella chiesa della Pomposa, in centro storico, oggi la camera ardente a Terracielo apre alle 7,30. Alle 14,30 il feretro partirà per raggiungere il Duomo di Modena dove alle 15 saranno celebrati i funerali.