Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

"Aggredita dai giocatori": caccia ai testimoni a Modena

Parapiglia nel locale, politica denuncia i due fratelli Ngapeth: le forze dell’ordine stanno provando a ricostruire l’accaduto

valentina reggiani
Cronaca
I due fratelli Earvin e Swan Ngapeth in maglia gialloblù
I due fratelli Earvin e Swan Ngapeth in maglia gialloblù

Modena, 30 aprile 2022 - Saranno gli accertamenti svolti dagli inquirenti a far luce su quanto sia veramente successo all’interno di un noto locale modenese la notte del 6 aprile, quando una giovane politica modenese sarebbe stata aggredita verbalmente e fisicamente da Swan ed Earvin Ngapeth, fratelli, entrambi in forze alla società di pallavolo Leo Shoes. A seguito della denuncia presentata dalla donna, infatti, sono scattati gli accertamenti e nei prossimi giorni saranno sentiti eventuali testimoni presenti quella notte. La giovane ha spiegato di essere stata appunto aggredita verbalmente e spintonata da alcuni giocatori del Modena volley, ma subito la società ha replicato alle accuse, con il presidente della Leo Shoes Catia Pedrini che ha difeso senza mezzi termini i suoi giocatori: "Siamo sconcertati da queste accuse – ha detto Pedrini – E’ una cosa vergognosa". "Non abbiamo fatto nulla prima per non alterare la serenità della partita – sottolinea l’avvocato della giovane politica, Devis Panisi –. Siamo sconcertati dalle dichiarazioni della presidentessa che anziché cercare di verificare le circostanze, ha ritenuto di appoggiare a prescindere fatti gravi lesivi di una donna, oltretutto rincarando la dose. Ci confortano i tanti messaggi di solidarietà ricevuti, anche da parte di professionisti e politiche donne". Nella denuncia contro gli sportivi la modenese fa presente di essersi avvicinata al tavolo del Modena volley e di essere stata successivamente aggredita verbalmente e fisicamente dai due fratelli. Secondo il presidente Pedrini, invece, "è stata lei a gridare che era stata picchiata, ma posso garantire che la squadra non c’entra nulla. È stata lei a insultare i giocatori". Su quanto accaduto interviene l’avvocato Giovanna Zanolini, presidente dell’associazione ‘Donne e Giustizia’, che sottolinea come spesso la violenza verbale, purtroppo più difficile da provare, abbia, al pari di quella psicologica, effetti più devastanti di quella fisica. "Ha ricadute sull’equilibrio e ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?