Al Parco della Sport si gioca anche a padel

Maranello, tre nuovi campi nell’area che ospita già quattro strutture per il tennis. Presto il centro nuoto.

Al Parco della Sport si gioca anche a padel

Al Parco della Sport si gioca anche a padel

Si aggiunge il padel tra le discipline sportive praticabili presso il Parco dello Sport di Maranello. Tre nuovi campi, costruiti con materiali all’avanguardia nell’area che già ospita quattro campi da tennis, entreranno infatti in funzione nei prossimi giorni. Con i campi da padel – realizzati dalla Maranello Sport - prosegue dunque la realizzazione del Parco dello Sport, i cui nuovi impianti, circondati dal verde, abbracceranno diverse discipline sportive, valorizzando ulteriormente l’area anche come luogo di aggregazione e socialità. Presso il Parco dello Sport troveranno spazio, oltre al tennis e al padel già fruibili, un lungo percorso per passeggiate o corse nel verde, un’area recintata di ‘pump track’, circuito per biciclette con dossi e curve sopraelevate, affiancata da una zona allestita con attrezzi da ‘work out’ per fare esercizi all’aperto e il nuoto. Procedono infatti anche i lavori per la realizzazione del nuovo Centro Nuoto, che comprenderà una vasca a 8 corsie lunga 25 metri omologata per attività agonistiche, una a 3 corsie per corsi di fitness in acqua e riabilitazione, una vasca per bambini ed una con idromassaggio. La struttura – dotata anche si tribue e area ristoro - potrà ospitare corsi di nuoto per bambini e adulti, attività preparto, fitness e rieducazione motoria, e sarà completamente accessibile alle persone con disabilità, che avranno a disposizione degli spogliatoi attrezzati vicino alle vasche. "La pandemia e il conflitto in Ucraina, che ha aumentato esponenziale i prezzi e i tempi di consegna dei materiali, ha causato ritardi importanti sul cronoprogramma dei lavori, ma siamo riusciti a superare gli ostacoli. Purtroppo le difficoltà del settore edilizio stanno rallentando il completamento delle opere di urbanizzazione all’esterno del Centro Nuoto, ma anche in questo caso ci siamo attivati per trovare una soluzione".