Al via il progetto ’Aquae’, una favola per l’ambiente

Castelfranco, stasera spettacolo in piazzale Curiel. Cantoni: "Si invita a riflettere su questo elemento vitale".

Offrire alla Città di Castelfranco Emilia un momento di bellezza e riflessione sull’acqua, elemento che ha contribuito a far crescere il territorio, attraverso i secoli.

E’ questo l’obiettivo del progetto "Aquae – Dall’acqua, con l’acqua, per l’acqua", ideato dall’Associazione Pro Loco Castelfranco Emilia, con il sostegno della Fondazione di Modena e il patrocinio del Comune di Castelfranco Emilia, che sarà protagonista questa sera in piazzale Curiel, a partire dalle 21,30.

"L’acqua – commenta l’assessora agli eventi Silvia Cantoni – è un elemento vitale a cui si lega la vita e lo sviluppo umano e ciò è ancora visibile anche nella nostra città.

Con lo spettacolo Aquae si racconta la storia di questo territorio invitando a una riflessione sulla potenza e allo stesso tempo la bellezza di questo elemento fondamentale per la vita". Sviluppandosi attorno ai temi fondanti del progetto, quali la promozione del territorio di riferimento, la produzione di cultura e il cambiamento climatico, la narrazione si sviluppa attorno alla figura quasi mitologica di Ondina, figlia di un mugnaio, e del suo legame indissolubile con l’acqua e la natura. Scritta e ideata da Lorenzo Sentimenti, la drammaturgia utilizza l’espediente della favola per raccontare una storia delicata ed ecologista, radicata nella storia del territorio di Castelfranco Emilia e, allo stesso tempo, contemporanea e intramontabile.

La manifestazione, ideata da Raffaella Gualdi e Ilaria Sita per Pro Loco Castelfranco Emilia, si propone come una rassegna di eventi multidisciplinari. Dopo lo spettacolo inaugurale è già previsto per l’autunno un calendario di eventi e incontri, sempre legati al tema dell’acqua declinato in vari aspetti: il 23 settembre al Mulino di Recovato, l’11, 18 e 21 ottobre presso la sede della Pro Loco di Castelfranco Emilia (Piazza Garibaldi 14).