Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

"Alla Casa del Fattore pronti a ospitare chi fugge dalla guerra"

Il sindaco Costantini: "Abbiamo allestito venti posti letto. Chi può ospitare ci contatti"

Anche la "Rocca Rangoni" di Spilamberto è pronta a dare il proprio contributo per accogliere i profughi ucraini. Nei giorni scorsi, presentando il progetto di riqualificazione della Casa del fattore, ovvero l’edificio attiguo alla Rocca, il sindaco di Spilamberto, Umberto Costantini, ha accennato anche ai 20 posti letto che, in via del tutto emergenziale, sono stati allestiti al secondo piano della Casa del fattore. "Per l’accoglienza ai profughi ucraini – spiega poi Costantini – stiamo lavorando insieme come Unione Terre di Castelli. Ne approfitto anzi per fare un appello perché siamo alla ricerca di case. Presto, grazie al Ministero degli interni, ci sarà disponibilità economica per le cooperative sociali che si occupano dei profughi, affinché essi possano essere alloggiati in appartamenti non d’emergenza. Per questo cerchiamo case da poter prendere in affitto. Chi ha disponibilità è pregato di scrivere una mail a: unioneperucraina@terredicastelli.mo.it, indicando nome, cognome, recapito, il comune in cui si trova l’alloggio e il numero dei posti letto disponibili. In Unione – ribadisce ancora Costantini – tutti i comuni stanno facendo la loro parte: a tale proposito ricordo anche l’impegno di Eko Emporio Solidale, che prima ha organizzato una raccolta di generi di prima necessità da inviare in Ucraina, poi ora sta raccogliendo diversi generi per aiutare chi è arrivato sul nostro territorio". Secondo gli ultimi dati disponibili, nel territorio dell’Unione Terre di Castelli sono oggi poco meno di 300 i profughi già arrivati, la maggior parte dei quali a Vignola (91). I numeri sono comunque in continuo aggiornamento e anche oggi sono previsti nuovi arrivi.

m. ped.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?