di WALTER BELLISI – ZOCCA – «FINALMENTE avremo la possibilità di incontrarci», ha scritto ieri sui social l’astronauta Maurizio Cheli. Parlava di Zocca, il suo paese, dove, al teatro Puntocom, in via del Mercato, è stato realizzato lo ‘Spazio lunare’, spettacolare ricostruzione interattiva del modulo lunare ‘Eagle’ e della superficie della Luna con vista sul pianeta terra. Ed è proprio qui che venerdì dalle 17, nel corso dell’incontro pubblico ‘Da Zocca alla Luna e ritorno’, sarà intervistato da Stefano Lusvardi, giornalista e critico cinematografico. PERCHÉ ZOCCA celebra i 50 anni...

di WALTER BELLISI

– ZOCCA –

«FINALMENTE avremo la possibilità di incontrarci», ha scritto ieri sui social l’astronauta Maurizio Cheli. Parlava di Zocca, il suo paese, dove, al teatro Puntocom, in via del Mercato, è stato realizzato lo ‘Spazio lunare’, spettacolare ricostruzione interattiva del modulo lunare ‘Eagle’ e della superficie della Luna con vista sul pianeta terra. Ed è proprio qui che venerdì dalle 17, nel corso dell’incontro pubblico ‘Da Zocca alla Luna e ritorno’, sarà intervistato da Stefano Lusvardi, giornalista e critico cinematografico.

PERCHÉ ZOCCA celebra i 50 anni dello sbarco dell’uomo sulla Luna, evento voluto dall’amministrazione comunale che non si concluderà in una sola giornata, ma proseguirà fino a novembre per chiudersi con un’altra sorpresa spaziale. L’intervista a Cheli, che nel febbraio 1996 ha partecipato alla missione STS-75 Tethered Satellite a bordo dello Space Shuttle Columbia, sarà accompagnata da letture dell’attrice Franca Lovino, che reciterà poesie e brani tratti dalla letteratura fantastica e fantascientifica dedicata al cosmo e introdurrà Susanna Rossi Torri, assessore alla cultura. «È un vento molto importante – commenta Susanna Rossi Torri – per la presenza di Maurizio Cheli, al quale riconosciamo enormi meriti, ma soprattutto per i nostri ragazzi, poiché ritengo sia un esempio e un messaggio importantissimo per loro, perché chi ha un sogno e lotta per raggiungerlo, anche se nasce e vive in un piccolo paesino di montagna, può coronarlo». È in programma anche una escursione virtuale sul suolo lunare a fianco di Armstrong e Aldrin, tra le attrezzature della missione Apollo 11 e sarà possibile visitare ‘Il planetario, tutti a testa in su’, esplorazione dello spazio stellare, del sistema solare, delle galassie, delle nebulose e dei buchi neri all’interno di un vero planetario.

LE INIZIATIVE saranno curate da Sofos, associazione per la divulgazione delle scienze. Domenica, alla biblioteca comunale, saranno esposte le tavole di Alice Barberini che animerà la lettura del suo libro ‘Il cane e la luna’. Il programma proseguirà sabato 3 agosto, dalle 18, con la lettura di brani dal libro illustrato «Armstrong: l’avventurosa storia del primo topo sulla Luna» di Torben Kuhlmann, con laboratorio a cura di Valentina Zilibotti e la lettura e le tavole dell’albo illustrato saranno visibili presso lo Spazio Lunare al teatro Puntocom, mentre alla sera, dalle 21 nel piazzale del municipio, sarà possibile assistere a osservazioni astronomiche a cura dell’astrofotografo Luca Fornaciari. Martedì 6 agosto, sarà la volta della videoconferenza «Polvere di stelle: l’arte dell’astrofotografia», un viaggio nello spazio per tutti gli appassionati di stelle e galassie a cura di Luca Fornaciari. Infine, nei mesi di ottobre e novembre, sarà proposta la rassegna cinematografica «La Luna al cinema» a cura di Stefano Lusardi. Tutte le iniziative sono gratuite; il programma è curato da Lucio Fontana e Stefania Pirli.