Modena, 16 giugno 2021 - La Procura sta indagando anche per tentato omicidio in relazione all’assalto un portavalori avvenuto lunedì sera sull’Autosole vicino a San Cesario (Modena). Il commando di quindici persone (foto), probabilmente italiane, entrato in azione ha sparato più volte con dei Kalasnikov contro il mezzo blindato e solo la protezione presente ha evitato il peggio per le tre guardie giurate presenti all’interno, che erano tre.

Assalto al portavalori a Modena: i banditi puntavano a 2,5 milioni di euro

false

Le altre ipotesi di reato formulate dalla magistratura parlano di tentata rapina pluriaggravata, minacce e blocco stradale. Gli autori ambivano ad un bottino di due milioni e mezzo di euro, ma sono dovuti fuggire a mani vuote non riuscendo a mettere le mani sulle cassette di sicurezza sistemate all’interno del mezzo corazzato.

 A dare loro la caccia ora è la squadra mobile, coordinata dal procuratore capo di Modena Luca Masini.