Bonaccini e Bottura a New York, l'Emilia Romagna esporta 5 volte di più cibo negli USA

La regione Emilia Romagna celebra la sua eccellenza enogastronomica a New York con lo chef stellato Massimo Bottura: 30 aziende e consorzi Igp e Dop esportano 5 volte più cibo negli USA di quanto ne importano.

"L’Emilia Romagna è una terra conosciuta per la Ferrari, la Maserati, la Lamborghini, la Ducati ma anche per il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma, l’Aceto Balsamico di Modena e tanti altri prodotti straordinari enogastronomici. Per ogni dollaro di cibo che l’Emilia Romagna importa dagli Usa, ne esporta 5 negli Usa". Il presidente della regione Stefano Bonaccini ha aperto così ieri la celebrazione dell’Emilia Romagna organizzata da Eataly Flatiron a New York in chiusura della tre giorni del Fancy Food Show, una serata di degustazione e un viaggio attraverso la food valley italiana a cui ha partecipato anche lo chef stellato Massimo Bottura. "Siamo venuti con oltre 30 imprese e consorzi di tutela dei prodotti Igp e Dop al Fancy Food perchè vogliamo irrobustire la presenza della regione in questo paese", ha continuato Bonaccini, spiegando di aver incontrato il sindaco di New York Eric Adams: "torneremo molto presto ma abbiamo già importanti collaborazioni con la California, il Texas e la Pennsylvania". "L’Emilia Romagna è la terra del cibo lento e delle macchine veloci, una terra unica al mondo", ha detto da parte sua Bottura, sottolineando che "abbiamo un’ossessione di stare insieme, pensiamo ai Consorzi, ci sono migliaia di piccoli produttori che da soli sparirebbero, ma quando stiamo insieme siamo più forti".