Il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, è stato ricoverato sabato sera al Policlinico di Modena e dimesso dopo alcune ore per alcuni accertamenti: venerdì lo stesso governatore, da diversi giorni positivo al Covid, aveva comunicato di aver ricevuto una diagnosi di polmonite bilaterale.

Bonaccini, dunque, ha passato la notte scorsa al Policlinico di via del Pozzo. Gli accertamenti eseguiti, a quanto si apprende, rientrano nel normale monitoraggio a cui il presidente è sottoposto, nell’ambito di un quadro clinico invariato. I parametri riscontrati sono tutti positivi e Bonaccini proseguirà l’isolamento fiduciario nella sua casa di Campogalliano, continuando il percorso di cura della polmonite bilaterale diagnosticata in fase ancora iniziale.

La conferma del ricovero e dell’esito degli accertamenti arriva dal sottosegretario alla presidenza della Regione, Stefano Baruffi, con un post su Facebook. Bonaccini "anche dall’ospedale è rimasto costantemente in contatto con noi (figuriamoci se molla la presa) – aggiunge Baruffi – e ringrazia tutti per i messaggi di affetto e vicinanza che continuano ad arrivare". Il presidente continua dunque a lavorare da casa in attesa del prossimo tampone. Il quadro clinico è stabile.