Una borsa di studio per ricordare Elisa Boschi (nella foto), la giovane modenese che ha perso la vita il 18 ottobre 2018, a 31 anni, in un incidente stradale sulla A4 mentre tornava da una vacanza con il fidanzato e una coppia di amici. Il premio di studio Elisa Boschi, di 2.000 euro, è finalizzato a sostenere gli studenti del corso di Laurea Magistrale in...

Una borsa di studio per ricordare Elisa Boschi (nella foto), la giovane modenese che ha perso la vita il 18 ottobre 2018, a 31 anni, in un incidente stradale sulla A4 mentre tornava da una vacanza con il fidanzato e una coppia di amici.

Il premio di studio Elisa Boschi, di 2.000 euro, è finalizzato a sostenere gli studenti del corso di Laurea Magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale (corso che aveva frequentato Elisa) dell’ Università di Parma, che si sono distinti per i risultati ottenuti nel percorso di studio. Un’iniziativa fortemente voluta da ’Ventisette Digital’, agenzia di comunicazione presso cui la giovane lavorava in qualità di social media strategist e dove era approdata dopo un curriculum di tutto rispetto. Laureata in Scienze della comunicazione all’università di Bologna, aveva studiato giornalismo a Parma poi lavorato in quotidiani locali e in uffici stampa, fino ad approdare nel settore dei social media e nell’agenzia, per la quale lavorava da poco più di un anno.

Quello della comunicazione era il suo mondo: il padre Enzo Boschi, che perse nel 2003 quando aveva 16 anni, era giornalista, come il nonno Severo, nota firma de “Il Resto del Carlino”. Elisa stava realizzando i suoi sogni, stroncati da quel maledetto incidente proprio quando aveva tutta la vita davanti, con l’abito da sposa pronto e ancora tantissimi progetti da realizzare.

"In accordo con la famiglia di Elisa, in particolare con la mamma – dice Federico Menziani, Managing Director di ’Ventisette Digital’ - con questa borsa di studio vogliamo ricordare una persona splendida, così da mantenerne viva la memoria, aiutando giovani motivati quanto lei a realizzare le proprio aspirazioni". Il bando resterà aperto fino al 31 agosto 2020, quindi il premio verrà assegnato tra settembre e ottobre. I dettagli su https:dusic.unipr.ititnode6491).