CHIARA CARAVELLI
Cronaca

Rivolte in Francia, bus di turisti modenesi incendiato

Il gruppo di turisti aveva raggiunto la città di Tours con la corriera Saca. Il mezzo è stato incendiato nell’ambito delle recenti rivolte: nessun ferito

Modena, 2 luglio 2023 – Tragedia sfiorata per un gruppo di turisti modenesi in viaggio in Francia. Un pullman dell’azienda bolognese di autonoleggio Saca è stato completamente divorato dalle fiamme nella notte tra giovedì e venerdì nel Comune francese di Tours, circa 200 km a sud di Parigi.

Una foto dell’autobus dell’azienda Saca, trovato venerdì mattina carbonizzato
Una foto dell’autobus dell’azienda Saca, trovato venerdì mattina carbonizzato

L’incendio è direttamente collegato alle proteste di questi giorni che stanno mettendo a ferro e fuoco la Francia con negozi saccheggiati, mortai e lacrimogeni lanciati per strada, dove divampano anche roghi di biciclette e cassonetti. L’insurrezione, che sta provocando numerosi feriti, è partita dopo l’uccisione di Nahel, un ragazzo diciassettenne raggiunto da un colpo d’arma da fuoco della polizia lo scorso martedì a Nanterre: al momento in tutta la Francia risultano quasi mille persone fermate e il presidente francese Macron ha già annunciato un maggior dispiegamento di forze dell’ordine nelle strade per contenere le violenze.

Il gruppo di turisti emiliani, circa una ventina di persone, è partito da vicino Modena nella giornata di mercoledì per un tour tra i castelli della Loira. "Giovedì sera, il giorno dopo l’arrivo – racconta il presidente di Saca, Alessio Passini – l’autista aveva lasciato il pullman fuori dall’hotel, perché non c’era la possibilità di parcheggiarlo altrove. Quando venerdì mattina è uscito per prendere il bus e caricare le persone per continuare il tour, si è trovato davanti solo uno scheletro completamente carbonizzato. Per fortuna, essendo successo di notte, né lui né i componenti del gruppo sono rimasti feriti. A vedere dalle foto, non c’è stato nemmeno un tentativo di spegnimento. Anche i pneumatici sono del tutto bruciati".

L’azienda bolognese, una volta appresa la notizia, si è subito attivata per fornire al gruppo un nuovo mezzo di trasporto. "Il giorno stesso dell’incendio – prosegue – abbiamo optato per una soluzione temporanea, mettendo a disposizione un mezzo locale per permettere alle persone di continuare il tour. Domani (oggi, ndr) il gruppo deve fare rientro in Italia. Ci siamo organizzati per mandare un pullman sostitutivo, ovviamente faremo in modo di farlo arrivare in una zona sicura, con un parcheggio custodito, così da evitare che venga dato alle fiamme una seconda volta. Stiamo facendo il possibile per cercare di far tornare queste persone in totale sicurezza, nonostante i disordini di questi ultimi giorni".