Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Calciatore stroncato da malore in campo, raccolta fondi degli amici

Tutta Finale Emilia è in lutto, insieme a Mantova, per la morte del calciatore Dimitri Roveri, stroncato da malore a 27 anni durante la partita amatoriale tra il Casalpoglio e il Quingentole.

Dimitri, capitano della squadra del Quingentole, è morto poche ore dopo il suo ricovero all’ospedale San Raffaele di Milano.

Roveri si è accasciato e non ha più ripreso conoscenza.

Abitava a Quingentole ed era fidanzato con una giovane di Finale Emilia: sognavano un futuro insieme, si sarebbero presto trasferiti. Di recente, Dimitri aveva annunciato che presto sarebbe diventato padre di un bimbo. Tanti gli attestati di solidarietà alla fidanzata sulla bacheca social: "Non ci sono parole, siamo vicini al tuo dolore".

E ancora: "Non riesco a crederci", "Non c’è nulla che possa colmare questo vuoto, sei andato via all’improvviso mentre stavi correndo per la tua passione più grande". Gli amici hanno iniziato una raccolta fondi in sua memoria e per il piccolo che nascerà dopo l’estate, ricordando "le infinite volte in cui Dimitri ha dimostrato la sua genuinità e bontà d’animo".

Dimitri lavorava come giardiniere e addetto alle pulizie in una casa di riposo del Mantovano.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?