Caos porta a porta "Rifiuti, i cumuli restano Aumentare gli spazzini"

Luca Negrini di Fratelli d’Italia attacca: "I problemi stanno aumentando. E la presenza dei topi in tutta la città sta diventando insopportabile". .

Caos porta a porta   "Rifiuti, i cumuli restano  Aumentare gli spazzini"

Caos porta a porta "Rifiuti, i cumuli restano Aumentare gli spazzini"

"Il biglietto da visita di Modena sono i cumuli di rifiuti nelle strade che raccontano la verità sulla reale situazione in termini di emergenza rifiuti, ovvero che i problemi, più che diminuire, aumentano quotidianamente", attacca Luca Negrini di Fratelli d’Italia. "Il tempo scorre, i mesi passano e la situazione continua a peggiorare con buona pace del Partito Democratico e dell’operazione portata avanti da Carpentieri, poco credibile, goffa, volta a smarcare la sinistra dalle proprie responsabilità raccontando che noi non accettiamo la raccolta alla base".

"Abbiamo più volte sostenuto– dice ancora Negrini – che differenziare è importante. Quello che combattiamo è la modalità di gestione con cui di fatto si sono spalancate le porte della città all’emergenza rifiuti solo per un approccio ideologico che non lascia spazio alle tante proposte fatte da Fratelli d’Italia.

Comprendiamo la difficoltà del capogruppo Pd, ampiamente visibile nei suoi tentativi di attaccarci spesso fuori tema e altrettanto spesso scomposti, ma invitiamo Carpentieri all’utilizzo di un’onestà intellettuale da troppo tempo latitante nella sua attività politica. In centro storico, come in molti altri quartieri, la situazione è fuori controllo. I ritiri continuano ad essere tardivi, i topi in aumento e non si è ancora vista l’attività di derattizzazione più volte annunciata dall’assessore Filippi e mai realmente messa in campo. L’ennesima promessa non mantenuta da parte dell’assessore che continua a dimostrarsi maestra nel non ascoltare le esigenze dei modenesi. Esigenze che passano anche attraverso la richiesta di liberare celermente i marciapiedi dai rifiuti che quotidianamente creano reali barriere architettoniche che rendono impossibili i passaggi in sicurezza di anziani, portatori di handicap e passeggini. Anche su questo sono mesi che chiediamo risposte".

Fratelli d’Italia chiede anche risposte "sulla situazione dei bidoni a ridosso dei complessi scolastici e dei tanti centri estivi attivi che ospitano centinaia di giovani e dove, in molte zone, è stata segnalata la presenza dei ratti. Occorrono aumenti seri e significativi di passaggi da parte degli operatori e che questi passaggi avvengano nelle prime ore della giornata evitando l’evidente esposizione a cui assistiamo ogni settimana con cumuli di rifiuti che stazionano fino al pomeriggio, nelle ore più calde, provocando odori nauseabondi. Passaggi che devono essere aumentati anche nei giorni festivi dove la situazione peggiora ulteriormente. Bisogna cambiare l’approccio e smetterla di mistificare la realtà che è chiaramente differente da come viene raccontata da questa amministrazione che continua a nascondersi dietro un dito. A poco serve negare l’evidenza, voltando le spalle ai modenesi che ogni giorno scrivono, segnalano e chiedono un cambio di passo reale. Un atteggiamento, quello portato avanti dalla sinistra, che sicuramente, oltre a non essere credibile, non va incontro a quel che è l’interesse della città".