Modena, 14 maggio 2018 - Dolore e commozione oggi pomeriggio nella cappella del Policlinico di Modena (FOTOdove è stato celebrato il funerale del piccolo Nicolas Schon, il bambino carpigiano di quattro anni morto il 23 aprile per un arresto cardio-respiratorio le cui cause sono ancora da chiarire e al vaglio dei carabinieri: la madre 30enne del bambino è indagata dalla Procura di Modena per omicidio volontario. La donna era distrutta dal dolore accanto al padre del bambino, Filip Schon, e a parenti e amici che si sono stretti attorno a loro per dare l'ultimo saluto a NIcolas. "Per ogni bambino che scompare c'è una mamma che soffre" ha detto il parroco durante l'omelia. 

La breve cerimonia è stata celebrata nella cappella  al riparo da obiettivi dei fotografi e telecamere che sono stati tenuti lontani dalla vigilanza per volontà dei parenti. Il nulla osta per la celebrazione del funerale è arrivato al termine dell'autopsia che dovrà far luce sulle cause che hanno provocato il soffocamento e quindi l'arresto cardio respiratorio del bambino: quel pomeriggio la madre ha portato il bambino al pronto soccorso dell'ospedale Ramazzini di Carpi dicendo ai medici di averlo trovato con un giocattolo in bocca mentre giocavano sull'erba vicino al canale Lama a Limidi, tra Carpi e Soliera.  Gli esperti stanno valutando  gli esiti dell'esame autoptico, ora la  salma del piccolo, nella bara  bianca, sarà cremata.