Centri estivi, accolti tutti i bambini disabili

Sassuolo, stanziamento di 40mila euro per sostenere le 38 famiglie che ne avevano fatto richiesta. Savigni: "Riprendiamo il progetto"

Centri estivi, accolti tutti i bambini disabili

Centri estivi, accolti tutti i bambini disabili

Oltre quarantamila euro totali stanziati per il potenziamento dei centri estivi a garantire presso di essi l’accoglimento di tutte le richieste, per 38 bambini e ragazzi con disabilità, dalla materna alla secondaria di primo grado. La prima delibera presentata dall’Assessorato all’Istruzione alla nuova Giunta riguarda l’aumento del contributo riconosciuto ai gestori – il servizio è fornito da privati, ovvero Scuole private paritarie, Parrocchie, Associazioni sportive e culturali, Cooperative sociali - per l’inserimento dei bambini e ragazzi con disabilità certificate presso i centri estivi sassolesi, che si traduce in 300 euro a settimana per ogni bambino. Ai 35mila euro già stanziati ne sono stati aggiunti poco più di 6mila, proprio per far fronte all’aumento di domande e soddisfarle tutte: 139 in totale le settimane garantite a 6 bambini delle materne, a 19 alunni delle primarie e a 13 delle medie. "Le domande ricevute – sottolinea l’Assessore alla Pubblica Istruzione Maria Savigni - superavano l’importo precedentemente stanziato, quindi è stato necessario aumentare la spesa per accogliere tutte le richieste e garantire così la frequenza ai centri estivi ai bambini con disabilità per tutte le settimane richieste dalle famiglie". La somma è stata quindi incrementata arrivando a 41700 euro complessivi. "Siamo convinti – aggiunge Savigni - della necessità di dare continuità a questo progetto, iniziato diversi anni fa e portato avanti anche dalla precedente Amministrazione, che permette l’inclusione e la socializzazione di bambini e ragazzi anche durante i mesi estivi. Lo stanziamento di questi ulteriori fondi si traduce in un aiuto concreto alle famiglie e in un sostegno ai gestori dei centri ricreativi estivi e dei soggiorni estivi, che si impegnano per garantire agli utenti un’accoglienza e un’organizzazione adeguata e per permettere di vivere esperienze di aggregazione e socializzazione con i compagni".

s.f.