Centro estivo con l’ospedale: orto, nutrizionista e sport

Sassuolo, convenzione con Cà Marta e contributo di Iris: 800 i bimbi iscritti. Pasti a km0 e incontri con i medici: 2 settimane gratis per i figli dei sanitari.

Centro estivo con l’ospedale:  orto, nutrizionista e sport

Centro estivo con l’ospedale: orto, nutrizionista e sport

’Gita’ nell’orto, lezioni di educazione alimentare e sport: la salute è protagonista dell’innovativo centro estivo a Cà Marta. Continua, infatti, con grande entusiasmo la convenzione tra il centro polivalente e l’ospedale cittadino, con il sostegno economico della Fondazione Ospedale di Sassuolo Onlus e della Fondazione Iris Ceramica Group. Iniziata lo scorso anno per garantire ai figli di medici e infermieri due settimane di centro estivo gratuite presso le strutture del centro sportivo di via Regina Pacis, quest’anno – forte di ottimi risultati – la sinergia allarga i propri orizzonti. Quella che rappresenta una lodevole politica di welfare aziendale è stata, infatti, estesa alle famiglie dei dipendenti di Iris, mentre a tutti gli iscritti vengono offerte nuove stimolanti iniziative. L’attenzione dei nuovi progetti proposti è focalizzata sull’educazione alimentare: tema cruciale sia dal punto di vista sportivo (e quindi connesso alla tradizione di Cà Marta) sia da un punto di vista di prevenzione medica. Tutti gli iscritti al centro estivo hanno l’opportunità di incontrare, ogni due settimane, medici specialisti dell’ospedale (tra cui un nutrizionista e cardiologi) che proporranno loro attività mirate e coinvolgenti per poter apprendere divertendosi le basi di uno stile di vita virtuoso. Inoltre, è stato allestito in primavera un orto, subito dietro i locali del centro estivo, che ora viene costantemente curato dai giovani sotto la supervisione di un agricoltore, e i cui prodotti costituiranno poi il pranzo o la merenda ’a km zero’. Pasti più sani quindi, ma anche un notevole impulso di responsabilizzazione dei bambini e dei ragazzi. Ultimo ma non certo per importanza, vengono organizzate giornate dedicate alla conoscenza dell’apicoltura, altro tema rilevante connesso anche alla tutela dell’ambiente. Sono più di 800 i giovani che, complessivamente, tra giugno e settembre, parteciperanno a questo centro estivo (nel 2022 si contavano 83 figli di sanitari). "E’ un’iniziativa di welfare aziendale unica nel panorama delle aziende sanitarie locali" spiega Mariangela Vitone, direttore Risorse umane dell’ospedale.

Andrea Nicolini