I promotori dell’iniziativa
I promotori dell’iniziativa

Modena, 4 dicembre 2018 - Da oggi evitare la fila agli uffici anagrafici è possibile.

È stata firmata ieri in Comune la convenzione tra l’anagrafe di Modena e il Sinagi (sindacato nazionale giornalai italiani) che prevede che le edicole, collegate all’anagrafe in rete, potranno rilasciare alcuni certificati evitando ai cittadini di fare file molto lunghe nella sede anagrafica.

Tale novità si inserisce nell’ambito della campagna che da più di un anno Fieg (Federazione italiana editori giornali) porta avanti insieme ad Anci (Associazione nazionale comuni italiani). È stato Firenze il primo comune in cui le edicole, oltre alla quotidiana attività di vendita dei giornali, hanno iniziato a svolgere anche la funzione di servizi anagrafici e ciò in un’ottica di avvicinamento al cittadino.

A Modena i certificati che potranno essere richiesti sono i seguenti: certificato di residenza, stato di famiglia, stato libero, esistenza in vita; contestuale di residenza e di stato di famiglia, di nascita, residenza, cittadinanza e stato civile; certificato di cittadinanza, convivenza, nascita, matrimonio, morte e unione civile. Tutto ciò che deve fare il cittadino è recarsi in edicola dopo aver pagato una marca da bollo del valore di 16 euro e attendere il rilascio del certificato.

Da qualche tempo infatti i servizi demografici hanno introdotto importanti novità come l’obbligo di prenotazione appuntamento online per la carta di identità elettronica. La convenzione firmata con le edicole invece permette non solo di velocizzare i tempi delle procedure anagrafiche ma consente anche alle persone più anziane e meno pratiche di servizi online ad ottenere certificati in modo semplice.

Ad oggi sono dodici le edicole che potranno rilasciare i certificati, il cui elenco con i relativi orari e turni di apertura domenicali è consultabile sul sito www.comune.modena.it/anagrafe.