Chiude la storica pescheria in piazza

Castelfranco, i coniugi Ghisini in pensione dopo 36 anni: "Grazie ai clienti, ci sono giovani interessati a rilevare il negozio".

Chiude la storica  pescheria in piazza

Chiude la storica pescheria in piazza

Ha chiuso venerdì scorso la pescheria "Tutto Pesce" dei coniugi Francesco Ghisini e Cesarina Andreoli, storica attività di piazza Garibaldi aperta fin dal 1987. Il giorno dopo avere abbassato per l’ultima volta la saracinesca, Cesarina e Francesco provano ancora emozioni contrastanti, ma una cosa tengono a dirla subito: "Ringraziamo tantissimo tutti i nostri clienti e, naturalmente, le nostre dipendenti e collaboratrici. Con tanti di loro sono nate anche splendide amicizie e continueremo a sentirci. Oggi proviamo sia soddisfazione per quello che abbiamo fatto in questi anni, ma anche un po’ di tristezza. Certo – ricorda Cesarina – si lavorava molto. Tutte le settimane ci alzavamo alle 4,30 il martedì e il venerdì, per preparare il negozio in occasione dei due mercati settimanali, mentre gli altri giorni la sveglia suonava alle 6. Due volte la settimana mio marito andava a Chioggia a prendere il pesce.

Rilevammo nel 1987 la pescheria che c’era già, dopo un periodo di affiancamento. Ben presto, però, cambiammo i fornitori, affidandoci prima a quelli che conosceva mio marito ai tempi del bar-tabaccheria-osteria dei Maggi di Sant’Agata Bolognese, che Francesco ha avuto dal 1975 al 1986, poi a quelli conosciuti frequentando via via i mercati ittici. Ricordo ancora che i primi anni andavamo a rifornirci a Goro, con un furgoncino Fiat 850".

Francesco, 67 anni, e Cesarina, 63, hanno ricevuto dal sindaco Giovanni Gargano e dalla vicesindaca Nadia Caselgrandi anche una pergamena di riconoscenza "per il grande impegno e la competenza espressa in tanti anni". "E’ stato un gesto molto apprezzato – commentano – Francesco e Cesarina – e una vera sorpresa". E ora, cosa succederà? "Per quanto ci riguarda andremo a farci una vacanza, poi abbiamo i nipoti e faremo tante cose, come camminate e altre attività, che in tutto questo tempo non siamo riusciti a fare spesso. Per il negozio ci sono giovani molto interessati a rilevarlo, per continuare con una attività nel settore alimentare".

m.ped.