Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 mar 2022

"Cinque milioni per la scuola e Cittadella della salute"

Castelnuovo: il sindaco Paradisi, ricandidato, fa il bilancio del mandato: "La nostra comunità continua a crescere, in 4 anni 200 famiglie in più"

31 mar 2022
La giunta di Castelnuovo che ieri ha presentato il bilancio di 5 anni di mandato
La giunta di Castelnuovo che ieri ha presentato il bilancio di 5 anni di mandato
La giunta di Castelnuovo che ieri ha presentato il bilancio di 5 anni di mandato
La giunta di Castelnuovo che ieri ha presentato il bilancio di 5 anni di mandato
La giunta di Castelnuovo che ieri ha presentato il bilancio di 5 anni di mandato
La giunta di Castelnuovo che ieri ha presentato il bilancio di 5 anni di mandato

Cinque anni intensi, imprevedibili sotto molteplici aspetti, ma anche ricchi di soddisfazioni. E diversi progetti all’orizzonte. E’ insomma sia tempo di bilanci, sia il momento di guardare avanti per il sindaco di Castelnuovo, Massimo Paradisi (che si ricandiderà alle prossime elezioni per un nuovo mandato), il quale ieri mattina, insieme a gran parte della sua Giunta (il vicesindaco Daniela Sirotti Mattioli, gli assessori Matteo Ferrari e Stefano Solignani, la consigliera ed ex assessore Arianna Welish, unica assente giustificata Sofia Baldazzini), ha illustrato in conferenza stampa il proprio bilancio di mandato, che sarà poi esposto più in dettaglio in quattro diversi appuntamenti: lunedì prossimo alle 20,30 all’auditorium Bavieri, giovedì 7 aprile alle 20,30 nella sala Lori di Montale, lunedì 11 aprile alle 20,30 al circolo Auser di Cavidole e martedì 12 aprile alle 15,30 al parco Grizzaga di Montale. "Sono stati anni difficili, in cui abbiamo dovuto affrontare sfide imprevedibili e impensabili – ha commentato Paradisi introducendo il bilancio di mandato – ma nonostante queste difficoltà ho visto la nostra comunità continuare a crescere. Un dato significativo, ad esempio, è che dal 2016 al 2020, è aumentato di 200 unità il numero di famiglie che sono venute ad abitare a Castelnuovo, segno che il nostro paese ha capacità attrattiva". Quanto ad alcune delle grandi opere e iniziative fatte o in procinto di partire, ancora il primo cittadino ha indicato: "Stiamo arrivando alla conclusione del cantiere di Villa Ferrari, dove si trasferirà la biblioteca comunale. L’investimento in questo progetto è stato di 2,2 milioni di euro. Il cantiere non si è mai fermato e contiamo di arrivare all’inaugurazione a giugno, prima o dopo le elezioni non ci interessa, l’importante è che i lavori siano eseguiti bene. Poi, ricordo che nel corso del mandato abbiamo investito in edilizia scolastica circa 5 milioni di euro (interventi principali: 1,5 milioni per la riqualificazione della scuola dell’infanzia Sorelle Lagazzi, 1,3 milioni per le elementari Don Milani, 400mila euro per le medie Leopardi), abbiamo già finanziato la costruenda Cittadella della Salute e del Benessere (2,5 milioni di euro), abbiamo curato il verde pubblico (siamo arrivati a raggiungere quota 690.000 mq sul nostro territorio) e attivato progetti originali, come ’Connessioni’ (150 euro a ogni under 18, con limite Isee fino a 35mila euro). Molto, ovviamente, rimane ancora da fare". Passando la parola alla Giunta, Daniela Sirotti Mattioli ha ricordato l’importante lavoro sulla sicurezza ("abbiamo creato 20 gruppi di vicinato, molto attivi, installato più di 40 telecamere e attivato lo sportello Non da soli"), Matteo Ferrari ha rimarcato il lavoro sulla viabilità e sulla mobilità sostenibile (sono in arrivo due parcheggi per biciclette nel capoluogo e a Montale, attrezzati anche per piccole riparazioni), Stefano Solignani ha sottolineato il potenziamento del centro sportivo di Montale (2 campi da tennis coperti, 4 da padel, etc.) e ha annunciato che obbligatoriamente dovrà arrivare anche a Castelnuovo la raccolta porta a porta dei rifiuti, dal 2024. Il consigliere con delega alla casa della salute Arianna Welish ha infine posto l’accento sul lavoro fatto dall’amministrazione per promuovere sani stili di vita (poi sfociati nel progetto della Casa della Salute all’ex Ciro Bisi), nonché il lavoro sulla cultura svolto da Baldazzini, a partire dallo spazio Crac (Castelnuovo Rangone Arte Contemporanea).

Tutta la Giunta ha poi dato appuntamento alla Fiera di Maggio, che dopo due anni di stop tornerà dal 23 al 30 maggio.

Marco Pederzoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?