Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Codice rosso, un provvedimento al giorno

Il bilancio della polizia: nel 2021 aumentati gli atti persecutori contro le donne. Meno furti in casa, raddoppiati gli arresti per droga

Notte e giorno, lungo le strade, in stazione, dentro e fuori la questura e i Commissariati. Nelle piazze e nei parchi, durante gli eventi sportivi o nei luoghi di degrado. Sempre e comunque accanto al cittadino. Esserci sempre: è questo il motto e la certezza della polizia di Stato che ieri mattina, nell’auditorium della Fondazione Marco Biagi ha celebrato il 170° anniversario della Fondazione. La scelta della location, particolarmente significativa per la coincidenza con il ventesimo anniversario della morte del prof Biagi ad opera delle Br, insiste su un quartiere della città all’attenzione della Polizia di Stato, tanto da aver un presidio del territorio nella vicina via Fabriani. Le celebrazioni sono state precedute dalla solenne commemorazione dei Caduti della Polizia di Stato. Presenti alla celebrazione le più alte cariche civili, militari e religiose della provincia, tra cui il sindaco Muzzarelli, il prefetto Camporota, il vescovo Castellucci e l’onorevole Stefania Ascari. La giornata di celebrazioni è stata anche l’occasione per fare un bilancio delle attività di polizia. Purtroppo uno dei dati più allarmanti è quello relativo all’aumento della violenza di genere, con i cosiddetti "reati spia" in crescita. Il questore Burdese ha fatto presente come lo scorso anno siano stati attivati ben 226 casi di codice rosso. "Il pensiero corre inevitabilmente alle vittime della strage di Sassuolo – ha affermato ricordando l’atroce assassinio di Elisa Mulas, dei suoi due figli Ismaele e Sami di 2 e 5 anni e della mamma di lei, Simonetta Fontana da parte dell’ex compagno della donna. – Non è normale perdere la vita tra le mura di casa; dobbiamo lavorare sodo sulla cultura del rispetto".

Gli atti persecutori sono passati dai 16 del 2020 a 29 dello scorso anno. Restano stabili le denunce per maltrattamenti in famiglia ma lo scorso anno la questura ha attivato appunto 226 procedure di Codice Rosso, ovvero di soccorso ad una vittima maltrattata: quasi una al giorno. 39 gli ammonimenti emessi dal Questore, 18 per violenza domestica e 21 per stalking. Per quanto riguarda i controlli, nel 2021 sono state controllate 83.685 persone a fronte delle 59.878 dell’anno precedente. L’aumento dei controlli su strada ha riguardato anche i veicoli a fronte anche dell’emergenza sanitaria in atto. Un segnale positivo arriva dai furti in abitazione, scesi da 2321 a 2072: del 2019 erano stati 3.725. In aumento le persone arrestate per "reati predatori" ma soprattutto per spaccio: il doppio rispetto al 2021- Per quanto riguarda poi la polizia stradale, sono stati effettuati 643 interventi per incidenti, in aumento rispetto ai 607 del 2020. La polizia Ferroviaria ha invece identificato 19591 persone soprattutto per la verifica del rispetto della normativa anti Covid19. Diverse e importanti poi le operazioni svolte nel corso dell’anno, tra cui le indagini della mobile a seguito dell’assalto al furgone portavalori in Autostrada, che hanno portato a 4 arresti e 22 perquisizioni o quelle che hanno permesso di assicurare alla giustizia due giovani accusati di aver messo a segno le rapine con spray urticante all’interno di un locale cittadino. Al termine della cerimonia, ieri, sono stati consegnati anche sei encomi e 16 lodi ad altrettanti poliziotti che si sono particolarmente distinti nell’ambito delle attività svolte lo scorso anno.

Valentina Reggiani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?