Coinvolta e poi assolta in ’Camici sporchi’. Ora dirige il Pascia sullo scompenso cardiaco

La professoressa Maria Grazia Modena, ex presidente dei cardiologi italiani, è stata coinvolta nell'inchiesta "Camici sporchi" nel 2012 ma è stata assolta in Cassazione. Attualmente dirige il Centro Pascia per lo scompenso cardiaco degli adulti.

Nata a San Felice sul Panaro nel 1952, la professoressa Maria Grazia Modena è stata docente all’Università di Modena e direttrice della clinica di Cardiologia. È professore ordinario al Dipartimento di Medicina dell’Università di Modena ed è stata il primo presidente donna dei cardiologi italiani. Coinvolta nel 2012 nell’inchiesta condotta dai Nas denominata ’Camici sporchi’ (era accusata di essere al vertice di un’associazione a delinquere finalizzata a sperimentazioni in cardiologia) è stata assolta in Cassazione. Ora dirige un centro dedicato allo scompenso cardiaco degli adulti in rapporto con il territorio (Centro Pascia).