Coppia con 11 figli alla manifestazione a Roma ’Scegliamo la vita’

Una famiglia modenese numerosa partecipa alla manifestazione 'Scegliamo la vita' a Roma, esprimendo soddisfazione per l'assenza della parola aborto nel documento finale del G7. Con 11 figli e radicati nella comunità neocatecumenale, sottolineano l'importanza dell'amore familiare e della fiducia nella provvidenza. Criticano la società attuale per il suo egoismo.

Coppia con 11 figli alla manifestazione a Roma ’Scegliamo la vita’

Coppia con 11 figli alla manifestazione a Roma ’Scegliamo la vita’

C’era anche una numerosissima famiglia modenese alla manifestazione a Roma di ’Scegliamo la vita’ promossa dai Pro Vita&Famiglia. Daniela, infermiera di 49 anni, e Lucio, 54 anni, impiegato commerciale estero per una ditta di macchinari per tegole, hanno 11 figli (il dodicesimo è in cielo). Con 5 di loro hanno raggiunto ieri la capitale dicendosi sollevati dal fatto che la parola aborto non sia stata inserita all’interno del documento finale del G7. Per la famiglia Manzoni-Della Corte, "è una gran bella cosa". "Facciamo parte della comunità neocatecumenale" precisa Daniela all’Ansa spiegando poi che all’inizio lei e il marito non avevano intenzione di avere una famiglia numerosa. Poi "piano piano i figli sono arrivati" e loro li hanno accolti con amore. Anche l’aspetto economico "non è mai stato un limite perché – sottolinea Daniela – ci siamo sempre affidati alla provvidenza e in effetti non abbiamo mai avuto problemi". Per Daniela quella attuale è una società che ha "un modo di vedere la vita un pò egoistico. Si è troppo concentrati su se stessi".