Coronavirus, il pronto soccorso del policlinico di Modena (fotoFiocchi)
Coronavirus, il pronto soccorso del policlinico di Modena (fotoFiocchi)

Modena, 27 febbraio 2020 - Crescono i casi di contagi da coronavirus nel Modenese. Sono 18, il numero più alto in Regione (dopo Piacenza, con 63 casi). Dei 10 nuovi casi di positività riscontrati nel modenese, sette sono riconducibili alla persona che si era recata nel Lodigiano e prima contagiata nel territorio provinciale. Gli altri tre riguardano: un uomo che ha ricevuto la visita del figlio arrivato dalla Lombardia e due persone sulle quali sono in corso approfondimenti epidemiologici.

AGGIORNAMENTO Coronavirus, contagi a Modena e nel distretto

Dal primo paziente, il 62enne carpigiano, il numero è dunque aumentato. Fino a ieri sera erano risultati positivi un uomo di 51 anni e un ragazzo di 37 anni, due donne di 50 e 33 anni, e ieri in serata sono risultati positivi anche un uomo di 53 anni e uno di 59 anni e una donna di 42 anni. In sostanza, un’intera famiglia carpigiana si trova ricoverata nel reparto malattie infettive del Policlinico. Gli altri dieci sono stati riscontrati questa mattina.

Leggi anche Contagi raddoppiati in Emilia Romagna

false

Attualmente solo il 'paziente uno’ è ricoverato in terapia intensiva ma le sue condizioni non sono critiche, gli altri sono in reparto. La maggior parte di loro lavora alla Garc, azienda edile di Carpi che occupa 250 persone e probabilmente il contagio è avvenuto proprio lavorando gomito a gomito.

Leggi anche Coronavirus, aumentano contagi e vittime Come si cura - Le differenze con l'influenza - Come difendersi

La Garc chiude per un po'

All’indomani della notizia che altri parenti del ’paziente uno’ carpigiano, il manager di Garc, sono positivi al Coronavirus e alcuni di loro lavorano in azienda, il presidente Claudio Saraceni, d’accordo con l’Ausl, ha deciso di chiudere completamente l’azienda. Ieri, con l’immancabile mascherina sul volto, ha continuato a lavorare con un collega in un camper parcheggiato nel cortile dello stabilimento a Fossoli. I 250 dipendenti sono tutti a casa.

I numeri da contattare

Chi avverte sintomi compatibili con il Coronavirus ed è entrato in contatto con persone contagiate o si è recato in luoghi a rischio non deve recarsi all’ospedale ma chiamare i numeri attivati da Ausl: 0593963663 oppure 800.033.033. In caso di emergenza è sempre possibile chiamare il 118.