Emergenza coronavirus
Emergenza coronavirus

Modena, 26 marzo 2020 - Ancora dieci decessi a Modena tra i pazienti risultati positivi al Covid -19. Il numero però è in calo rispetto a quello di mercoledì, quando si sono registrate 14 vittime. Complessivamente sono morte nella nostra provincia 117 persone.

In tutta la Regione, purtroppo, ci sono 97 nuovi decessi oggi. Per quanto riguarda i casi di positività sul territorio, quelli nuovi a Modena sono 143 in più rispetto al precedente bollettino per un totale di 1.676 pazienti. In totale, in Emilia Romagna, sono 10.816 i casi di positività al Coronavirus, 762 in più di ieri mentre sono 4.680 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi.  

Leggi anche Gli ultimi numeri dell'Emilia Romagna - Ultime notizie dall'Italia

Al tempo stesso, continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 792 (71 in più rispetto a ieri). Secondo il commissario Sergio Venturi i picchi di contagio registrati a Modena restano simili a quelli dei giorni scorsi; quindi restano alti: sono 1.676 in totale (143 in più di ieri)

"Segnalo l'attenzione sulle Cra; le case protette - ha detto Venturi in diretta Facebook - sono focolai che quando partono spesso vanno a toccare molti anziani, molte positività e abbiamo bisogno di mantenere nella disponibilità degli operatori i dispositivi di sicurezza individuali. Gli incrementi su Bologna e Modena derivano da incrementi che si registrano in questo tipo di Comunità".

Complessivamente nei nosocomi modenesi si contano 284 pazienti ricoverati COVID positivi: 170 al Policlinico e 114 all’Ospedale Civile di Baggiovara. Di questi, sono in terapia intensiva un totale di 65 pazienti, dei quali 30 presso il Policlinico e 35 nella terapia intensiva dell’Ospedale Civile.

Le schede L'ultima autocertificazione - Centenario sconfigge il virus - Consigli per i genitori - I sintomi a cui fare attenzione

I pazienti in degenza ordinaria sono un totale di 204, di cui 132 al Policlinico e 72 presso l’ospedale di Baggiovara. I pazienti sono ricoverati nei settori di Malattie Infettive, Pneumologia e i numerosi settori individuati in entrambi gli stabilimenti attraverso alla riorganizzazione dei reparti a partire dai reparti di medicina di area critica, di medicina Interna e medicina d’Urgenza. Quelli in semintensiva sono 15.

Al momento, nonostante la grande pressione, i posti letto disponibili e quelli progressivamente attivabili hanno garantito la capacità di far fronte alle necessità di ricovero.

Per quanto riguarda il personale che finora ha avuto riscontro di positività per il Corona virus, ad oggi si contano 57 operatori tra i due ospedali. Inoltre, l’Azienda ha previsto un percorso che sarà attivato a breve, per effettuare un numero giornaliero di tamponi tra le varie categorie di personal e i reparti interessati.