Boom di contagi, due scuole chiuse
Boom di contagi, due scuole chiuse

Modena, 27 novembre 2021 - In provincia di Modena, su 239 nuovi positivi, ben 41 abitano a Finale Emilia dove si è registrato un focoloaio in una scuola media. Dopo Carpi, San Prospero, Castelfranco e altre scuole della provincia l’attività scolastica è stata infatti sospesa temporaneamente nella scuola media ‘Frassoni’ di Massa Finalese e poi anche nella primaria ’Andreoli’ di San Possidonio. "Alle Frassoni – fa sapere l’Ausl – erano stati registrati 16 casi di positività al Sars Cov 2, tra alunni e personale scolastico. Il piano di screening ha consentito di rilevare ulteriori 7 positività, che portano a 23 il totale, in una sola classe posta in isolamento". Per il resto dell’istituto è stata disposta la ripresa della lezioni.
 

"Siamo in attesa dell’esito dei tamponi, che ci sarà comunicato oggi stesso dall’Ausl", aveva dichiarato ieri la preside Annalisa Maini prima di apprendere dei 7 nuovi casi accertati. Gli alunni, da giovedì 25 e fino a ieri, si erano recati a scuola unicamente per sottoporsi al tampone rinofaringeo, effettuato dal personale sanitario dell’Ausl. A San Possidonio, a seguito del riscontro di diverse positività nella scuola primaria ‘Andreoli’, per un totale di 29, il Dipartimento di Sanità pubblica ha disposto ieri la sospensione temporanea dell’attività didattica in presenza in tutta la scuola fino all’esecuzione dello screening con tampone per tutto l’istituto. Sulla base degli esiti si stabiliranno gli ulteriori provvedimenti da adottare.


Nell’area finalese, che nella Bassa modenese conta, assieme a San Possidonio, i più alti casi di contagio anche i due istituti superiori, l’Istituto agrario Calvi e il liceo Morandi di Finale, sono alle prese con i tamponi dopo la presenza di positivi asintomatici e casi di Covid registrati a livello familiare. I due istituti superiori non hanno tuttavia sospeso l’attività scolastica. Sono complessivamente cinque le classi del Calvi, due del Morandi, tre della scuola elementare di Finale Emilia i cui studenti hanno dovuto eseguire il tampone.


Tornando ai dati riportati nel bollettino Ausl di ieri, dei 239 nuovi positivi, 122 hanno eseguito il tampone per presenza di sintomi; 58 sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti; 5 attraverso i test per le categorie più a rischio; 1 attraverso test pre-ricovero; per 53 casi è invece ancora in corso la ricerca epidemiologica. I nuovi ricoveri sono invece 2. In particolare, sono 49 i pazienti con tampone positivo ricoveratia alla data di ieri in azienda ospedaliero - universitaria, di nuovo tutti al Policlinico. Di questi, 5 sono in terapia intensiva e 2 in sub Intensiva. 42 pazienti sono ricoverati per le conseguenze del Covid-19, mentre i restanti 7 per altre patologie, con riscontro occasionale di tampone positivo.


L’età media dei pazienti ricoverati per le conseguenze del Covid è 65,4 anni. "Come avviene da qualche settimana, tra i pazienti ricoverati è aumentata la percentuale di quelli vaccinati che oggi supera la metà. Si tratta – ribadisce l’azienda sanitaria – di un risultato prevedibile, considerando l’ormai l’altissima percentuale di vaccinati tra la popolazione".


Tra i pazienti ricoverati, i vaccinati sono i più anziani (l’età media è 70,7, contro i 55,2 dei non vaccinati) e hanno condizioni di fragilità. L’età media dei 7 pazienti ricoverati tra terapia intensiva e semi-intensiva è 67,5 anni. I 5 pazienti vaccinati hanno un’età media di 69,8 anni; 62 anni è invece l’età media dei 2 pazienti non vaccinati ricoverati tra Intensiva e semi-intensiva. Si aggiungono poi 61 nuovi guariti, che dall’inizio dell’epidemia salgono a 71.532 contro un totale di 74.998 contagi. A ieri sono state somministrate complessivamente 1.155.850 dosi di vaccino, di cui 554.621 prime dosi, 527.841 seconde dosi e 73.388 dosi aggiuntive (addizionali e booster).
v. bru.