Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Cpl sostiene l’ambiente: piantati 2mila alberi

L’idea è maturata in piena pandemia. Ieri l’inaugurazione dei nuovi ’boschi’ urbani nei territori di Concordia e San Possidonio

L’inaugurazione dell’intervento ’Mosaico Verde’ con la messa a dimora di 2mila alberi
L’inaugurazione dell’intervento ’Mosaico Verde’ con la messa a dimora di 2mila alberi
L’inaugurazione dell’intervento ’Mosaico Verde’ con la messa a dimora di 2mila alberi

Tre nuovi polmoni verdi arricchiscono altrettante aree dei comuni di Concordia e San Possidonio dove tra novembre e febbraio sono stati messi a dimora 2.000 giovani alberi. L’iniziativa è stata voluta dalla cooperativa Cpl Concordia nell’ambito di un intervento di forestazione urbana denominato "Mosaico Verde", ideato e promosso da AzzeroCO2 e Legambiente con lo scopo di riqualificare il territorio italiano e tutelare i boschi esistenti. Il progetto ha interessato nello specifico 3 aree di proprietà dei comuni che si trovano in via Magonza in località Ponte Rovere a San Possidonio, in via Valdisole nella frazione di Fossa di Concordia, accanto all’oasi faunistica omonima, e infine un altro sito di fronte alla scuola secondaria di primo grado Zanoni di Concordia. "L’iniziativa – spiega il vice presidente Cpl Concordia Samuele Penzo – nasce da una idea di due anni fa, quando ancora in piena pandemia volevamo fare qualcosa che aiutasse il tema della sostenibilità e anche dell’ambiente in questo caso. Quello inaugurato oggi è l’intervento più importante che abbiamo deciso di fare nel triennio. Infatti, sono 6000 alberi in tutto che piantumeremo nel periodo di valenza del progetto, di cui 2000 piantumati a Roma l’anno scorso e inaugurati a primavera. Altri 2000 li abbiamo inaugurati oggi e gli ultimi 2000 li collocheremo in uno dei territori del sud dove operiamo, coprendo in questo modo tutto il territorio nazionale". Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco di Concordia Luca Prandini, quello di San Possidonio Carlo Casari, i vertici Cpl Concordia col vice presidente e Nicola Merciari, responsabile commerciale area sostenibilità di AzzeroCO2. Le 3 aree piantumate si caratterizzano per essere situate in contesti differenti. In particolare l’intervento nell’area vicino alle scuole Zanoni, prospiciente un parco giochi, ha necessitato inizialmente di una bonifica del terreno da rottami edili a cui ha fatto seguito la messa a dimora delle piante che contribuiranno a rendere maggiormente fruibile tale spazio. I benefici prodotti dalle piante sul territorio saranno molteplici, poiché incrementando la superficie boscata si favorisce la mitigazione delle emissioni inquinanti e delle alte temperature estive contribuendo, allo stesso tempo, alla salvaguardia e all’incremento delle biodiversità locali che doneranno un apporto positivo al verde urbano del territorio.

"L’intervento di forestazione di Cpl Concordia – ha detto il sindaco Prandini – si integra con le altre attività di piantumazione alberi che l’amministrazione sta perseguendo attraverso l’adesione alla campagna regionale ’Mettiamo radici per il futuro’, che consentirà di avere una Concordia con più verde a beneficio delle future generazioni". E a rappresentare l’interesse e l’attenzione dei giovanissimi per questo dono alle comunità locali alla cerimonia hanno assistito una classe quinta ed una prima media inferiore dell’istituto comprensivo ’Sergio Neri’ di Concordia. Una particolarità del progetto modenese prevede la manutenzione di queste aree verdi ad opera dell’impresa Onyva, cooperativa sociale che si occupa del reintegro al lavoro di persone svantaggiate.

Alberto Greco

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?