di

Un vero e proprio viaggio con le carrozze e i cavalli che, partendo dalla magnifica cornice dell’Accademia Militare, condurrà a Fieracavalli di Verona circa 50 persone disabili. E’ stato presentata ieri al centro ippico dell’Accademia l’edizione 2019 del viaggio in carrozza da Modena e Verona. E quest’anno c’è una importante novità: saranno utilizzate carrozze trainate prevalentemente da pariglie di cavalli di razze italiane al fine di valorizzare e promuovere la varietà e la qualità dell’allevamento nazionale. In prima linea Asd Equilandia Club e Azienda Agricola Villa Forni, realtà che collaborano in progetti di equitazione integrata sul territorio e che hanno avviato da tempo attività destinate a percorsi sia sportivi che di integrazione sociale rivolte a persone con disabilità utilizzando la carrozza e il cavallo. Il paradriving Fieracavalli partità martedi 5 novembre per arrivare venerdì 8 a Fieracavalli. Come per la passata edizione si attraverseranno Modena, Mantova e Verona con 4 tappe per una distanza di 105 km. Presente ieri anche Roberto Mariani, papà di un bimbo di 5 anni affetto da Diabete mellito tipo 1. Roberto fa parte di We love insulina, associazione che si occupa di veicolare l’informazione diretta per una diagnosi precoce soprattutto attaverso lo sport. «Mi è stato offerto un biglietto per fare informazione sulla diagnosi precoce. Ringraziamo l’Accademia per questa importante possibilità».