SI CONCLUDE oggi, con buoni risultati, l’innovativo servizio navetta gratuito da Tagliole al lago Santo. Ulteriore conferma che tra le zone preferite dai turisti in questa estate ai primissimi posti si posiziona il lago Santo con i suoi collegamenti alle mete naturalistiche del crinale tosco emiliano. Soddisfatti i gestori dei due rifugi (Vittoria e Giovo) aperti sulle sponde del lago e del ristorante (Cacciatore) poco lontano: «Veramente tanti visitatori; l’estate è partita con qualche giorno di maltempo ma poi ha superato le nostre aspettative». I turisti sono colpiti dalla...

SI CONCLUDE oggi, con buoni risultati, l’innovativo servizio navetta gratuito da Tagliole al lago Santo. Ulteriore conferma che tra le zone preferite dai turisti in questa estate ai primissimi posti si posiziona il lago Santo con i suoi collegamenti alle mete naturalistiche del crinale tosco emiliano. Soddisfatti i gestori dei due rifugi (Vittoria e Giovo) aperti sulle sponde del lago e del ristorante (Cacciatore) poco lontano: «Veramente tanti visitatori; l’estate è partita con qualche giorno di maltempo ma poi ha superato le nostre aspettative». I turisti sono colpiti dalla bellezza del lago (il maggiore della provincia, un chilometro e mezzo di circonferenza, a quota 1501 metri), e tantissimi partono da qui per gli altri laghi Baccio e Turchino, le vette del Giovo e Rondinaio, e le numerose attrattive della zona, ora diventata anche protagonista di un video promozionale.

Da quest’anno non solo trekking, ma anche la novità delle e-bike, le bici elettriche che spopolano, non solo a Sestola, ma anche in questo angolo di montagna. «Per chi vuole pedalare senza fare fatica nelle nostri splendide valli, già dallo scorso anno propongo – spiega Massimo Tex Bernardi del rifugio Vittoria – due biciclette full dell’associazione Fiumalbo e-bike». E-bike per percorrere il tragitto Pievepelago-Tagliole-Lago Santo sono disponibili nell’ambito del progetto dell’Unione Europea attuato questa estate. In collaborazione con l’associazione Stray-dogs è infatti possibile noleggiare le bici (con possibilità di accompagnamento gratuito). L’associazione comunque non si limita al lago: «Dal punto di noleggio di Pievepelago – spiegano i responsabili – il percorso più gettonato è la Via Vandelli nel tratto S.Andrea-Sasso Tignoso-S.Anna. Una zona da valorizzare, soprattutto in bici visto il grande successo dell’estate 2019». In alcuni momenti, come nel periodo di Ferragosto, per il gran afflusso di turisti, è stato chiuso per alcune ore l’accesso all’esaurito posteggio del lago Santo, raddoppiando – a cura del Parco del Frignano – il servizio sostitutivo di navette da Casa Mordini al Lago, ogni 30 minuti. «E’ una delle zone – dice un dirigente – più delicate e frequentate del Parco del Frignano e dell’Appennino in generale. Vogliamo gestire al meglio gli importanti flussi turistici che invadono l’area, soprattutto durante i fine settimana estivi, abbiamo proposto quest’anno tre modi alternativi per raggiungere il lago ed i rifugi». Se da oggi cessa il servizio navetta da Casa Mordini al lago Santo, restano altre due opzioni alternative all’auto: il sentiero pedonale aperto e messo in sicurezza dal Parco (tempo di percorrenza un’ora circa), oppure il noleggio di e-bike a Casa Mordini a cura di Stray-dogs.

Viste le adesioni, si intende riproporre il servizio nei mesi estivi ed in occasione di particolari altri flussi. Il 13 ottobre la zona sarà interessata dalla corsa trial di alta montagna ‘Lago Santo mountain race’ con partenza da S.Anna.

g.p.