Elezioni, probabile sfida fra Turco e Venturini

Cavezzo, questi i due candidati per la tornata del 9 giugno: il centrosinistra ha già deciso, per il centrodestra ancora qualche riserva

Elezioni, probabile sfida fra Turco e Venturini

Elezioni, probabile sfida fra Turco e Venturini

CAVEZZO

Con una lettera al Pd locale, la attuale sindaca Lisa Luppi annuncia che dal 1° marzo intraprenderà una nuova attività professionale. "Lascio un paese ricostruito, vivace sotto il profilo sociale, economico e civile, demograficamente in crescita e con i conti in ordine". Nonostante per lungo tempo sia stata in qualche modo lasciata sola e non le si sia offerto "l’onore delle armi" di una richiesta di ricandidatura, Luppi lascia e se ne va non sollevando polemiche. Cavezzo con questo gesto, quindi, si prepara a voltare decisamente pagina. Altri prenderanno in mano il testimone dopo il 9 giugno. E ci sono già i nomi degli aspiranti sindaci. La contesa vedrà da una parte, per il centrosinistra, il sessantottenne Antonio Turco, già dirigente regionale cooperativo, e dall’altra - pare ormai deciso - per il centrodestra correrà Stefano Venturini, quarantatreenne vigile del fuoco a San Felice, con una lunga esperienza amministrativa però alle spalle maturata sia in consiglio comunale che provinciale. "Confermo – fa sapere Flavio Lodi, portavoce del comitato di centrosinistra – che il candidato sindaco condiviso anche col Pd è il dottor Turco, che ha lavorato fin dall’inizio nel comitato per mettere in piedi tutta la parte programmatica, coinvolgendo anche una discreta quantità di persone. Sappiamo che la partita è tutta in salita. Dipenderà un po’ anche dalla lista, dalle persone che si renderanno disponibili. Siamo comunque abbastanza fiduciosi". Cinque anni fa la lista di centrosinistra, infatti, non superò il cinquanta per cento, fermandosi al 43,10%, e prevalse solo per la divisione nel campo di centrodestra. Questa volta, però, il centrodestra marcerà compatto. Il nome su cui si è trovato l’intesa tra Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e Noi Moderati è quello di Venturini. "Adesso tutti mi dicono vai avanti tu che hai esperienza – confida Venturini – perché in tutti c’è la consapevolezza delle difficoltà e dei problemi che ha il nostro comune, su manutenzioni delle strutture inaugurate dopo il terremoto, come per le scuole dove c’è da rifare il tetto, e anche sulla macchina amministrativa. Per questo mi sono preso alcuni giorni prima di decidere. Conscio delle cose da fare, voglio capire chi avrò al mio fianco".

Alberto Greco