Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 giu 2022

Elicottero caduto, recuperati i rottami

Si è conclusa ieri sul Cusna la repertazione dei detriti già sotto sequestro

15 giu 2022

Si sono concluse, nel pomeriggio di ieri, le operazioni di recupero dell’elicottero Agusta AW 119 Koala precipitato, giovedì scorso, sulle pendici del Monte Cusna sull’Appennino Reggiano. Nella caduta del velivolo - individuato nella mattinata di sabato - hanno perso la vita il pilota 33enne padovano, Corrado Levorin e altre sei persone - due cittadini libanesi e quattro cittadini turchi - che si trovavano in volo dalla Lucchesia e diretti verso il Trevigiano. Diverse squadre di vigili del fuoco appartenenti ai comandi di Reggio Emilia e Modena, con il supporto dall’eli-nucleo di Bologna, avevano preso parte al recupero delle sette vittime nel greto del torrente Lama a circa 1.600 metri di quota. Alle operazioni avevano partecipato il Saer ed il soccorso Alpino della Guardia di Finanza. Ieri, ottenuto il via libera da parte delle Procura reggiana, sono iniziate le operazioni di recupero del relitto, i cui detriti sono stati raccolti in appositi sacchi, da squadre in assetto speleo-alpino provenienti dal distaccamento di Castelnovo né Monti e dalla sede centrale. I sacchi sono stati sollevati con il verricello da un l’elicottero che li ha condotti nei pressi del campo sportivo di Civago. Infine sono stati caricati su un autocarro proveniente dal Comando di Bologna che li ha trasportati presso il deposito individuato dall’autorità giudiziaria.

L’autopsia sui corpi delle sette persone che erano a bordo dell’elicottero si concluderanno oggi. Ad assistere all’esame - disposto dal sostituto procuratore di Reggio Emilia, Marco Marano che ha aperto un fascicolo d’inchiesta con le ipotesi di reato di omicidio colposo e disastro colposo a carico di ignoti - anche tre consulenti di parte nominati dagli avvocati dei familiari. Le salme sono risultate essere non riconoscibili dai parenti e dunque sarà effettuata l’estrapolazione del Dna dei familiari all’estero per la comparazione e attribuzione delle identità a ogni corpo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?