Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

"Ex Benfra, sottopasso ridotto a una discarica"

I residenti: "Lavori interrotti, area piena di sporcizia e meta di spacciatori". Il Comune: "Risolto un problema legale, ora potremo intervenire"

Il sottopasso ex Benfra alla Crocetta con chiari problemi di sporcizia e degrado
Il sottopasso ex Benfra alla Crocetta con chiari problemi di sporcizia e degrado
Il sottopasso ex Benfra alla Crocetta con chiari problemi di sporcizia e degrado

Siamo alla Crocetta, nei pressi del sottopassaggio denominato ex Benfra. Sono i lettori che segnalano, ancora una volta, che la zona è in preda al degrado. Le foto inviate lo dimostrano. Ma per il Comune la soluzione dovrebbe essere vicina: una vertenza giudiziaria che aveva congelato la riqualificazione pare essersi risolta, e presto l’opera dovrebbe essere completata. Intanto però, le lamentele fioccano: "Il sottopasso ExBenfra non è mai stat mai terminato – segnala un lettore – è diventato una discarica e un ritrovo di spacciatori. Il sottopasso è una via di accesso veloce e utile per chi vive, come me, dall’altra parte della ferrovia, confine fisico con una zona, la Crocetta, ormai adibita a ghetto con il parco il XXII aprile diventato un covo malfamato). Sarebbe interessante – continua il lettore – sapere se e quando l’amministrazione ha intenzione di finire il sottopasso e renderlo pulito e sciuro per chi lo vuole utilizzare".

Il Comune, a questo proposito, fa sapere che all’ex Benfra potranno essere completati gli interventi relativi ai due blocchi scale finora inaccessibili all’Amministrazione, a causa delle vicende giudiziarie avviate con il concordato preventivo annunciato dall’azienda aggiudicataria dei lavori, poco prima della conclusione dell’opera. Grazie all’approvazione di un atto di transazione con consensuale ealla risoluzione del contratto con la Società cooperativa lavoratori delle costruzioni Clc, infatti, la vicenda giudiziaria che ha congelato per diversi anni il completamento dell’infrastruttura sta finalmente volgendo a conclusione consentendo all’Amministrazione di rientrare in possesso delle aree del cantiere ancora da completare. Il Comune fa anche sapere che sta già lavorando per poter assegnare con aggiudicazione diretta l’ultimo stralcio di lavori non appena possibile: l’intervento riguarda i due blocchi scale accessori coperti da strutture a forma circolare in cemento armato, nei quali sono da ultimare i lavori di pavimentazione e di posa delle balaustre di protezione. Attualmente il sottopasso è accessibile al pubblico esclusivamente attraverso le rampe e, in orario notturno, così come per altri sottopassi, il passaggio viene interdetto previo chiusura del tunnel, ma la presenza delle aree di cantiere non ancora completate, sigillate esclusivamente con rete di cantiere, ha comportato spesso accessi irregolari nell’area. L’Amministrazione comunica che ha dovuto più volte ripristinare in proprio il decoro del sottopasso e le normali condizioni igieniche e di sicurezza, ricorrendo a interventi di pulizia straordinaria da parte di Hera (di cui l’ultimo lo scorso 15 marzo e il precedente il 29 gennaio), che si aggiungono agli interventi ordinari di pulizia manuale e vuotatura dei cestini che avvengono tre volte la settimana. Una volta completato l’intervento, nelle ore notturne, sarà possibile chiudere anche gli accessi delle scale in modo da garantire maggior sicurezza.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?