Ex salumificio Maletti a Casinalbo. Via ai lavori di trasformazione

Partono i lavori per trasformare l'ex Salumificio Maletti di Casinalbo in un insediamento residenziale sostenibile con 78 alloggi, inclusi 18 alloggi sociali. Il progetto prevede anche opere di urbanizzazione come un parco, parcheggi e una nuova piazza. L'Amministrazione comunale ha acquisito un'area verde per un possibile parco archeologico.

Via ai lavori, da sabato, che trasformeranno l’ex Salumificio ‘Maletti’ di Casinalbo, in un insediamento di 78 alloggi residenziali certificati ad elevata sostenibilità, di cui 18 alloggi in edilizia sociale (ERS). Il borgo, denominato San Luigi, comprende rilevanti opere di urbanizzazione, tra cui un parco attrezzato, 166 parcheggi pubblici, raccordi ciclabili e una nuova piazza per il centro della frazione, "ricucitura" tra il centro storico e la zona della chiesa parrocchiale. Nell’ambito della convenzione urbanistica, è anche previsto che l’attuatore restituisca all’Amministrazione comunale una porzione di immobile recuperato dall’ex salumificio, caratterizzato dalla presenza al piano interrato di una storica ghiacciaia in mattoni. "Diamo il via a questa opera di rigenerazione dopo anni di revisioni dovute alle vicissitudini economiche del precedente attuatore", spiega il Sindaco di Formigine Maria Costi, sottolineando come "per l’Amministrazione significherà dare una risposta alle giovani coppie che cercano casa, grazie agli alloggi ERS e rispettare il programma che prevedeva la realizzazione di una piazza per la frazione". Il Comune ha infatti acquisito un’ area verde di oltre 13mila mq che potrà eventualmente ospitare un parco archeologico, in caso di reperimento di finanziamenti specifici, che diano il giusto risalto anche alla necropoli di età del bronzo della Terramara di Casinalbo, non distante dall’ex Maletti.