Quotidiano Nazionale logo
18 mar 2022

Fabio Cavazzuti funerale, la sua musica preferita per l'addio a Modena

A San Prospero il lancio di palloncini bianchi tra le lacrime: la famiglia e i compagni di scuola ricordano Fabio, deceduto nell'incidente in tangenziale con l'amico Ahmed

alberto greco
Cronaca
featured image
Fabio Cavazzuti, il funerale del ragazzo morto nell'incidente a Modena

Modena, 18 marzo 2022 - Un fitto lancio di palloncini bianchi, da parte degli amici e di numerosi compagni di scuola presenti, saliti in alto al cielo confondendosi tra il chiarore dell’orizzonte, ha salutato il momento della chiusura del portellone del carro funebre che ha accompagnato la salma di Fabio Cavazzuti a Modena, dove il suo corpo verrà cremato.

La morte di Fabio e dell’amico Ahmed Assiri, domenica 13 marzo, a seguito di un tragico incidente stradale avvenuto all’altezza dello svincolo 10 della tangenziale di Modena mentre tornava a casa dopo una serata trascorsa con amici in discoteca, ha lasciato una forte impressione a San Prospero, dove il ragazzo risiedeva ed era nato 19 anni fa.

La piccola struttura provvisoria, che da dopo il terremoto del 2012 ospita le funzioni religiose e che sorge accanto alla chiesa parrocchiale, si è rivelata inadatta ad accogliere le centinaia di persone che sono accorse a portare il loro ultimo saluto a Fabio, stringendosi attorno alla compostezza di una famiglia, il padre Fabrizio, la madre Monica e la sorella Lisa, che nel momento più doloroso della loro vita hanno dovuto affrontare l’inimmaginabile, la sciagura che nessun padre e nessuna madre auspicano per se e per gli altri.

Molte serrande nel momento del funerale, al passaggio della salma dalla Funeral Home di Mirandola, sono state abbassate e tanti compaesani sono accorsi nel piazzale antistante la chiesa, dove gli amici hanno voluto risuonassero, prima della messa e terminato il rito, una playlist di brani cari a Fabio, affidati alle note ed alle parole di Irama, Blanco e Vasco Rossi. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?