Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 mar 2022

Fake news sui cibi, le ’bufale’ difficili da digerire

Dal prosciutto crudo in gravidanza alla frutta lontano dai pasti, il sondaggio degli alunni ha dimostrato che molti credono a falsi miti

31 mar 2022
Il sondaggio realizzato dagli studenti della scuola ’Falcone. Borsellino’ di Piumazzo
Il sondaggio realizzato dagli studenti della scuola ’Falcone. Borsellino’ di Piumazzo
Il sondaggio realizzato dagli studenti della scuola ’Falcone. Borsellino’ di Piumazzo
Il sondaggio realizzato dagli studenti della scuola ’Falcone. Borsellino’ di Piumazzo
Il sondaggio realizzato dagli studenti della scuola ’Falcone. Borsellino’ di Piumazzo
Il sondaggio realizzato dagli studenti della scuola ’Falcone. Borsellino’ di Piumazzo

Ormai il web ed i social network rappresentano la principale fonte di informazioni sul mondo, un oceano dove quotidianamente circolano un’immensità di notizie, e navigarlo ci offre grandi opportunità di conoscenza. È molto importante, tuttavia, sapere come orientarsi in questo mare magnum di contenuti e come evitare possibili trappole, in quanto sempre più spesso può capitare di imbattersi in bufale, più comunemente dette fake news, nate proprio per confondere e ingannare. Queste notizie esistono per svariati motivi: influenzare la percezione della realtà mediante la diffusione di informazioni assurde ed eclatanti, permettere a giornalisti (o non) di aumentare i click per ottenere maggiore visibilità, guadagnare soldi creando le esche da click, i cosiddetti clickbait, aumentare i rumors, pubblicizzare dei prodotti. Individuare le fake news è alquanto complicato, soprattutto perché si presentano con titoli urlati, accompagnati da immagini accattivanti, facendo leva su stereotipi e pregiudizi. Ci si può difendere da queste bufale utilizzando il proprio occhio critico verso qualsiasi informazione, per poi seguire pochi accorgimenti: in primo luogo verificare le fonti, controllando sempre l’attendibilità del sito che si sta visitando. In secondo luogo, verificare gli account social, prestando molta attenzione perché esistono siti o account fake con nomi simili a quelli conosciuti: su Twitter e Facebook quelli che hanno la spunta blu sono verificati e dunque attendibili. È importante fare attenzione alla scrittura quando si presenta sgrammaticata, con termini non appropriati al linguaggio giornalistico; accertarsi della data di pubblicazione della fonte perché potrebbe essere poco recente; cercare di reperire maggiori informazioni sui luoghi (accertarsi dell’esistenza mediante Google Maps o Google Earth), sull’autore (se non è citato, meglio diffidare!), sulle immagini (verificando che siano reali e attinenti con Google Immagini e TinEye). Infine, confrontare più fonti considerando quelle più autorevoli (quali siti istituzionali, organi di stampa, enciclopedie online), accertarsi che la notizia sia riportata su diversi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?