La targa in ricordo di Felice Pedroni (foto Vanoni)
La targa in ricordo di Felice Pedroni (foto Vanoni)

Fanano (Modena), 20 febbraio 2016 - È un filo d’oro indistruttibile, tessuto oltre 100 anni e consolidato in questi giorni, il legame che unisce Fanano con Fairbanks, la cittadina dell’Alaska fondata all’inizio del Novecento dallo scopritore d’oro fananese Felice Pedroni. GUARDA LE FOTO

Un filo nato dal destino di un montanaro emigrato dall’altra parte del mondo in cerca di fortuna, e che oggi si è trasformato in un gemellaggio (nato nel 2003 ma rilanciato ora) tra due Comuni che ha risvolti economici e turistici. Proprio in questi giorni ha fatto ritorno in Italia una comitiva di 7 fananesi, guidata dal primo cittadino Stefano Muzzarelli, partita all’inizio di febbraio alla volta dell’Alaska. La visita ha seguito il soggiorno a Fanano, la scorsa estate, del sindaco di Fairbanks, John Eberhart, e ha l’obiettivo di realizzare progetti e sogni che uniscono due territori così lontani, eppure accomunati da tantissimi aspetti.

«Tra gli obiettivi principali del gemellaggio – spiega il sindaco Muzzarelli -, c’è il turismo. Durante il nostro soggiorno in Alaska abbiamo sviluppato pacchetti turistici tra Fanano e Fairbanks. Abbiamo inoltre messo in contatto le miniere del luogo con l’azienda ITM di Fanano (importante realtà che impiega un centinaio di persone ndr), specializzata in componentistica per i veicoli ‘da miniera’». Il gemellaggio ha riguardato poi lo sport, e in particolare il pattinaggio: gli istruttori fananesi Mattia Piccinelli per l’Hockey, Cecilia Sargenti e Giulia Amidei per il pattinaggio artistico, hanno effettuato alcuni stage proprio nei palazzetti del ghiaccio alaskani. «Le squadre di Hockey di Fairbanks hanno espresso il desiderio di svolgere stage a Fanano, e potrebbe aprirsi la possibilità di realizzare tornei tra Fanano e l’Alaska».

Tra le iniziative nate nella trasferta del gruppo fananese, di cui faceva parte anche Francesco Prandini, responsabile comunicazione e marketing di Fanano, oltre a Elisa Tabanelli e Alessandra Cioni, anche un gemellaggio culinario: uno chef italiano partirà alla volta di Fairbanks per insegnare la nostra cucina. E a primavera intanto tornerà a Fanano il sindaco di Fairbanks con una delegazione per seguire corsi di italiano. Insomma un legame fatto di emozioni illuminate dalla spettacolare aurora boreale, ma anche di progetti concreti che potranno arricchire la nostra Fanano. «A Fairbanks abbiamo ricevuto un’ospitalità straordinaria che non dimenticheremo – conclude Stefano Muzzarelli –. Ringrazio tutta la città, a cominciare dal sindaco John Eberhart».