Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 mag 2022

Montezemolo a Fiorano: "Mi mancano la Ferrari e la sua gente"

Piazza gremita e ospiti d’eccezione per il cinquantesimo anniversario della Pista di Fiorano 

29 mag 2022
laura corallo
Cronaca

Modena, 29 maggio 2022 - Una piazza gremita ha salutato il 50° anniversario della Pista di Fiorano con una serata speciale realizzata dal Comitato ‘Fiorano in Festa’ e Comune, promossa da Lapam Confartigianato Imprese e Rotary Club Sassuolo, in occasione del Motor Valley Fest 2022, e nell’ambito del Maggio Fioranese. Sul palco di piazza Ciro Menotti, intervistati dal giornalista e scrittore Leo Turrini, Luca Cordero di Montezemolo, ex presidente della Ferrari e l’ingegnere Mauro Forghieri.

L’evento ha celebrato così la Ferrari e il legame fortissimo con il territorio e con Fiorano dove l’autodrono fu inaugurato l’8 aprile 1972 da Enzo Ferrari per ospitare le prove delle vetture da competizione realizzate nella vicinissima Maranello. Un legame confermato anche dal fatto che a Fiorano è stata dedicata una delle auto della casa di Maranello, la 599 Fiorano GTB, esposta per l’occasione in piazza Ciro Menotti. Negli anni Settanta Forghieri era direttore tecnico della Scuderia Ferrari mentre Montezemolo nel 1973 debuttò come direttore sportivo e braccio destro del Drake.

In platea i tanti tifosi Ferrari, arrivati anche da ogni parte d’Italia oltre che ex meccanici, hanno ascoltato storie e aneddoti dei due prestigiosi ospiti, dalla conoscenza con il Drake, alla prima volta a Maranello, passando per i successi in Formula 1 fino ai ritratti degli interpreti della Ferrari di quegli anni: la bravura e capacità di fare squadra di Niki Lauda, l’estro di Gilles Villeneuve e anche il grande lavoro che dava ai meccanici in quegli anni, la vittoria a Monza nel mondiale ’75 con Clay Ragazzoni, "uno dei più bei ricordi della nostra vita", hanno detto entrambi.

Mauro Forghieri, per tutti ’l’ingegnere’, in Formula Uno per un ventennio e progettista di motori e auto da corsa competitive ha ricordato "le urla del ’Grande Vecchio’ (Enzo Ferrari ndr) che pretendeva macchine più veloci per battere il record, ma non era possibile".

Montezemolo, che mancava da Fiorano da otto anni, ha poi ricordato la frattura mai rimarginata con la Ferrari a seguito delle dimissioni da presidente avvenute nel 2014, dopo 23 anni passati a fianco di Enzo Ferrari negli anni Settanta e che segnò la fine di un’era per l’azienda di Maranello lasciando il posto a Sergio Marchionne.

Un addio, come disse lo stesso Montezemolo al discorso di congedo dal personale della Ferrari, "non facile". "Mi manca la gente della Ferrari, il territorio, le persone, l’odore e l’atmosfera della fabbrica le soddisfazioni di tanti mondiali vinti e la pista". Sono stati poi ricordati momenti memorabili come i giri di pista di Papa Wojtyla sulla Mondial rossa guidata da Piero Ferrari nel 1988 a Fiorano così come i tanti studenti fioranesi che saltavano le lezioni per andare a vedere i grandi campioni che si esibivano in pista".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?