La protezione civile al lavoro sui ponti per monitorare il livello del fiume
La protezione civile al lavoro sui ponti per monitorare il livello del fiume

Modena, 13 marzo 2018 - Dalle 11 di questa mattina, dopo il passaggio della piena, sono nuovamente transitabili Ponte Alto e ponte dell’Uccellino sul Secchia ma anche via Curtatona, chiusi in via precauzionale a causa dell’alto livello delle acque. La lunga piena ha raggiunto un massimo di 8,90 metri, superando la soglia 2 di attenzione ma non raggiungendo i livelli dello scorso dicembre. La piena sul Secchia è transitata molto lentamente, rimanendo a livelli di colma per oltre 24 ore, e ha iniziato a calare solo nella mattinata di oggi consentendo la riapertura dei ponti e la conclusione dell’attività di monitoraggio.

La piena del Panaro invece è transitata più rapidamente, consentendo la riapertura del ponte vecchio di Navicello sul Panaro, a sua volta chiuso nella notte di domenica, già dall’ora di pranzo di lunedì.

La fase di allerta arancione era stata attivata dalla Regione domenica per criticità idraulica, a causa della presenza di un mix di fenomeni metereologici (vento, pioggia e temperature non particolarmente rigide) che ha provocando un’accelerazione dei processi di scioglimento del manto nevoso al suolo sui rilievi appeninici, con un conseguente maggior afflusso di acque nei fiumi a valle. Già da domenica mattina era stata aperta la sala operativa della Protezione civile a Marzaglia e nel pomeriggio si era riunito il Centro operativo comunale (Coc) nella sede della Polizia municipale; erano stati effettuati alcuni interventi precauzionali a cura di Aipo e attivato il servizio di piena dei volontari di Protezione civile con il monitoraggio dei corsi d’acqua e degli argini.