Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Fratres Mutinae, ’Il Volo’ canta per i profughi

I tre artisti stamattina saranno ospiti del centro di via Milano che ospita 39 ucraini. Perez (Fondazione P&K): "Un’occasione di gioia"

Il trio Il Volo porta la musica italiana in tutto il mondo
Il trio Il Volo porta la musica italiana in tutto il mondo
Il trio Il Volo porta la musica italiana in tutto il mondo

Hanno saputo emozionare il pubblico e nel 2015 hanno vinto il Festival di Sanremo con il brano ’Grande amore’ e con lo stesso pezzo hanno rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest 2015, classificandosi terzi. Oggi Il Volo, gruppo musicale italiano composto da due giovani tenori e un baritono saranno a Modena per intonare un messaggio di pace per il popolo ucraino. Infatti Il Volo, molto sensibile al tema del volontariato, oggi alle 11 darà un segnale di benvenuto ai rifugiati ospitati presso la sede di Fratres Mutinae, in via Milano 115. Ignazio, Piero e Gianluca presenzieranno con un messaggio di pace. Successivamente, alle 14.30, i tre cantanti si recheranno a Bologna per assistere alla partenza di un secondo convoglio di mezzi da La Sorgente Ambulanze che, dalla propria sede di via San Donato 5 a Quarto Inferiore porterà aiuti umanitari, tra cui farmaci e materiale di primo soccorso all’associazione Hospitallers in Ucraina. Gli artisti de ’Il Volo’ sono già volontari nelle associazioni di Modena e Bologna della Fratres. "Vorrei ringraziare Il Volo per la partecipazione attiva e la vicinanza che stanno dimostrando nei confronti di questa nostra impresa – sottolinea il presidente della Fondazione Perez-Koskowska, dottor Cristian Manuel Perez – In un momento difficile come questo per la popolazione ucraina il vostro saluto sarà senza dubbio un momento di gioia e convivialità". A settembre del 2016 Il Volo aveva emozionato Piazza Grande, partecipando a ’Qui dove il mare luccica’, l’evento con cui Modena aveva ricordato il tenorissimo Luciano Pavarotti a nove anni dalla scomparsa.

La Fondazione P&K (Perez - Koskowska ) sta coordinando aiuti concreti al popolo ucraino colpito dalla guerra. Coadiuvata dall’associazione di volontariato La Sorgente ambulanze di Bologna e la Fratres Mutinae di Modena, il 14 marzo scorso, si è raggiunto il primo obiettivo di donare un’ambulanza carica di materiale di primo soccorso all’associazione Hospitallers, con sede in Ucraina (analoga per finalità e scopo a La Sorgente ed a Fratres Mutinae, ndr), dopo che questa ha perso diversi mezzi sul campo. L’impegno della Fondazione P&K, però, non si limita a donare, difatti grazie alla disponibilità della sede di Fratres Mutinae di Modena, anch’essa autorizzata al trasporto infermi, ma con maggiore capacità ospitativa, ha puntato sulla accoglienza dei profughi. Al momento nella sede di via Milano sono stati ospitati 39 profughi, di cui 29 bambini.

Valentina Reggiani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?