Quotidiano Nazionale logo
23 mar 2022

Fumo dal tetto, paura al Venturi "Edificio evacuato in pochi minuti"

Mentre gli studenti erano in classe si è sviluppato un principio d’incendio ed è scattato l’allarme. La preside Luigia Paolino: "Attendiamo gli esiti del sopralluogo dei vigili del fuoco. Non ci sono danni"

La preside dell’istituto Venturi, Luigia Paolino
La preside dell’istituto Venturi, Luigia Paolino
La preside dell’istituto Venturi, Luigia Paolino

Paura ieri mattina per i giovani studenti dell’istituto d’Arte Venturi, in pieno centro storico.

Intorno alle 13.15 infatti, mentre i ragazzi erano intenti a seguire le lezioni, è scattato all’improvviso l’allarme antincendio. Come da protocollo è stata subito disposta l’evacuazione dell’edificio e i ragazzi sono riusciti ad uscire in modo ordinato, senza che si verificasse problematica e senza panico.

I ragazzi erano stati ‘preparati’ ad affrontare l’eventuale problematica così come quella legata al sisma. A far scattare l’allarme – si è scoperto in seguito –, un principio di incendio che si era generato sul tetto e la conseguente e densa nube di fumo che, però, non ha invaso le classi. Sul posto sono accorsi subito i pompieri con diverse squadre e i vigili del fuoco si sono messi subito al lavoro per domare le fiamme, comunque circoscritte ed individuare le cause del rogo. A seguito di un sopralluogo è quindi emerso che avrebbe preso fuoco la guaina di copertura del tetto dove, nei giorni scorsi, sono stati effettuati alcuni lavori. Pare che la guaina abbia subito un processo di surriscaldamento a causa del quale sarebbe poi divampato il piccolo rogo. In breve tempo quindi i pompieri hanno risolto la situazione evitando che il fumo invadesse l’edificio.

Intanto in strada si sono riversati appunto 250 studenti per un totale di nove classi. I gruppi si sono disposti all’esterno dell’edificio scolastico in modo ordinato, in attesa di indicazioni da parte dei docenti. A contribuire alla corretta evacuazione della scuola anche le prove – in caso di incendio – effettuate proprio nei giorni scorsi, come conferma la dirigente scolastica, Luigia Paolino.

"E’ suonato l’antincendio e abbiamo disposto subito l’evacuazione, mettendo in atto il piano previsto per il plesso scolastico. Il protocollo in questione – afferma la dirigente – prevede anche la chiamata ai pompieri che subito arrivati sul posto. I vigili del fuoco – continua – hanno effettuato un sopralluogo e ora attendiamo la relazione ma non risultano problematiche. Non è accaduto fortunatamente nulla di grave – precisa la dirigente – abbiamo visto il fumo uscire dalla canna fumaria ma ‘odore’ non ce n’era: nessun pericolo di intossicazione. Gli studenti sono stati bravissimi – commenta Paolino – ci tengo a precisarlo. Avevamo fatto recentemente prove di evacuazione per ogni singola classe e a cura dei docenti ma mai di tutto l’istituto, a causa dei lavori che termineranno il 5 aprile. I ragazzi sono usciti però con ordine, senza correre e pure i docenti, senza i quali non si fa nulla. Domani (oggi) rientriamo comunque a scuola: le lezioni seguiranno regolare svolgimento". Il rogo, subito spento non avrebbe causato alcun danno alla struttura. Per questo motivo oggi gli studenti rientreranno regolarmente in classe. Contestualmente nei prossimi giorni termineranno i lavori.

Valentina Reggiani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?