Da sinistra l’assessore Giacobazzi e Patrizia Tassello dei Lions
Da sinistra l’assessore Giacobazzi e Patrizia Tassello dei Lions

Modena, 14 marzo 2016 - Completati i lavori al piano dei Torresani della Ghirlandina, il punto panoramico a circa 40 metri d’altezza a cui si arriva dopo 200 scalini della torre simbolo della città che, insieme al Duomo e a piazza Grande, è riconosciuta dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Questa mattina la presentazione del restauro (finanziato dal Lions Club Modena Host) delle due panche cinquecentesche di pietra bianca, ammonitici veronese, e la pulitura della superficie delle colonne angolari e delle mensole sovrastanti.

Alla conferenza stampa odierna sono intervenuti l’assessore Gabriele Giacobazzi, dalla presidente del Lions club Modena Host Patrizia Tassello e da tecnici del settore Lavori pubblici. Gli interventi hanno comportato un investimento di 5 mila euro per il restauro delle due panche in pietra e di 6.500 euro per le colonne angolari e delle mensole, si vanno infatti ad aggiungere a quelli già effettuati dal Comune di Modena in precedenza, quindi il restauro degli otto capitelli e il tinteggio a calce delle pareti e la riparazione delle lesioni verticali sulla parete sud della torre campanaria dopo il sisma del 2012.

Nella torre sono state inoltre installate le telecamere di sorveglianza, che permetteranno agli operatori di vedere i movimenti delle persone ai diversi piani e lungo le scale, in modo da aumentare la sicurezza degli utenti e ridurre eventuali comportamenti impropri (danneggiamenti, scritte ed incisioni sulle superfici, calpestio dei piani di seduta, utilizzo improprio di scale per la manutenzione o altro). A cura del Comune di Modena anche il rafforzamento attraverso strutture in metallo delle panche cinquecentesche, per consentire al pubblico di sedersi mantenendone così l’uso originario.