GIANPAOLO ANNESE
Cronaca

Giunta, Modena Civica: "Siamo fuori dalla squadra. Mezzetti tradisce i patti per accordi di palazzo"

Parisi e Maragò: "Ci ha detto che Azione è necessaria al Pd per le Regionali. Messaggi di solidarietà Dem da Muzzarelli, Carpentieri e Venturelli". .

Giunta, Modena Civica: "Siamo fuori dalla squadra. Mezzetti tradisce i patti per accordi di palazzo"

Giunta, Modena Civica: "Siamo fuori dalla squadra. Mezzetti tradisce i patti per accordi di palazzo"

Modena, 26 giugno 2024 – "Il sindaco ci ha comunicato lunedì sera che probabilmente siamo fuori dalla giunta. Una decisione che riteniamo ingiusta e incomprensibile perché noi abbiamo preso più voti di altre forze. Mezzetti ci ripensi". Appello amaro dei rappresentanti di Modena civica ieri al primo cittadino. La consigliera comunale Katia Parisi e il primo dei non eletti Rosario Maragò hanno ufficialmente confermato le indiscrezioni di queste ore: l’agnello sacrificale sono loro. "Mezzetti – attacca Maragò – nell’intervista ha detto che chi entrava in Consiglio aveva diritto all’assessore. Sta smentendo se stesso. Ci ha riferito espressamente che ci terrebbe fuori non per una questione di esperienza e di competenze, ma perché, in base alle sue parole, il Pd ha preso accordi con altre forze politiche in vista delle prossime elezioni Regionali (Azione ndr). Per noi è inammissibile visto che abbiamo preso 2.686 voti, 400 in più di Azione, non capiamo perché la rappresentanza non venga garantita a chi ha ottenuto un risultato migliore". Né può valere il discorso "che Mezzetti ci ha fatto di aprire con il Pd delle linee di dialogo per provare a recuperare un posto in giunta, perché la giunta la fa il sindaco non il Pd. Abbiamo rifiutato la possibilità. La responsabilità di questa eventuale decisione è esclusivamente di Mezzetti, non può essere scaricata sul Pd o su altre forze. Il sindaco riveda la sua posizione". E la possibilità di compensare l’assenza in squadra con altri incarichi istituzionali? "Quelle volte che ci siamo incontrati abbiamo parlato solo di giunta e di deleghe. Ci è stato chiesto se eravamo interessati ad altri incarichi, ma a noi preme rappresentare i cittadini negli organismi dove si assumono decisioni, quindi nella giunta comunale".

Parisi ricorda che "i cittadini ci hanno votato anche perché sapevano che se fossimo entrati in Consiglio saremmo poi stati rappresentati nella giunta: questo strappo sarebbe un po’ come tradire coloro che ci hanno votato. Riteniamo che la nostra presenza sia molto importante nell’esecutivo cittadino perché siamo l’unica lista civica rappresentata in Consiglio. Chiediamo al sindaco di ripensarci, sarebbe la prima volta nella storia di Modena che una forza di maggioranza rappresentata in Consiglio non entrasse nell’esecutivo. Abbiamo convocato la conferenza stampa proprio per invitare il sindaco a ripensarci". A Modena civica in queste ore, quando si è cominciata a spargere la voce dell’esclusione, "sono arrivati messaggi di solidarietà dalla segretaria del Pd Federica Venturelli, dal capogruppo Antonio Carpentieri e dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli". A questo punto se Modena civica dovesse essere esclusa uscirebbe anche dalla maggioranza? Parisi prende tempo: "Prematuro dirlo ora. Questa è una decisione politiche che assumeremo dopo l’ufficializzazione della squadra".

Modena civica ha affidato la sua protesta anche a un post su Facebook di cui diamo conto di fianco nel quale accusa il sindaco di "giochi di palazzo" e fa riferimento alla decisione di includere Azione "in cambio di un appoggio alle prossime elezioni Regionali, dunque una giunta fatta per motivi elettorali extra Modena e non nell’interesse dei cittadini modenesi e della loro espressione di voto!!".