Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Hesperia Bimbi: "Un’ambulanza per Leopoli"

Il viaggio della onlus comincerà giovedì, oltre al mezzo sono stati raccolti medicinali e dispositivi. Il Carlino seguirà la missione in Ucraina

francesco vecchi
Cronaca
A sinistra Maurizio Biella e a destra il presidente di Hesperia Bimbi Paolo Pisani
A sinistra Maurizio Biella e a destra il presidente di Hesperia Bimbi Paolo Pisani
A sinistra Maurizio Biella e a destra il presidente di Hesperia Bimbi Paolo Pisani

di Francesco Vecchi

Giri pressoché infiniti di telefonate, cartoni chiusi con il nastro adesivo e, infine, mani salde sul volante lungo migliaia di chilometri: le strade che dalla via Emilia portano in direzione Carpazi continuano ad essere percorse da mezzi riempiti di donazioni con quella voglia di fare qualcosa, scattata in molti di fronte alle notizie e alle immagini delle bombe russe di un 24 febbraio che resterà.

Da due mesi a questa parte non accennano infatti a fermarsi le iniziative a favore del popolo ucraino, che partono (anche) dal nostro territorio. Privati, associazioni, aziende: è un mix di volontarietà e volontariato vero e proprio. Prendiamo per esempio Hesperia Bimbi, onlus nata nel 2016 per dare assistenza all’infanzia in contesti internazionali assai complicati. Da giovedì mattina, il 5 maggio, il presidente Paolo Pisani e l’inseparabile compagno di viaggio Maurizio Biella (entrambi con un passato con il camice bianco indosso) guideranno attraverso l’Europa e fino a Leopoli per consegnare un’ambulanza, dispositivi e medicinali all’ospedale della città ucraina. Lo faranno insieme ad altri otto partecipanti, in un viaggio che è il terzo organizzato da Hesperia Bimbi dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina. Nei primi due la onlus ha trasportato in Polonia, al confine, un’infinità di beni raccolti con le donazioni, mettendo poi a disposizione i propri mezzi per accompagnare persone in fuga dalla guerra fino in Italia. Per riuscire ad acquistare l’ambulanza richiesta dall’ospedale di Leopoli, Hesperia Bimbi ha potuto contare su diverse realtà che sono state decisive. Mission Bambini, fondazione di Milano, ha fatto una donazione importante in denaro, l’azienda Olmedo di Reggio Emilia ha contribuito a reperire e preparare il mezzo a un prezzo calmierato, la farmaceutica Opocrin con il suo contributo ha permesso di acquistare dispositivi per il trasporto di bambini feriti o in situazioni d’emergenza. "Quella che all’inizio sembrava un’impresa ardua, ovvero riuscire a donare un’ambulanza, è riuscita grazie al supporto e alla generosità di tante differenti realtà – le parole di Pisani che giovedì sera ha incontrato i club Agora Modena 7 e il Club 41 Modena, fra i sostenitori delle missioni in Ucraina –. Tutto è nato mentre ci trovavamo in Polonia, abbiamo saputo attraverso un medico dell’ospedale di Leopoli di questa necessità e ci siamo organizzati di conseguenza. Oltre all’ambulanza e ai dispositivi, porteremo tanti medicinali". Un viaggio, quello di Hesperia Bimbi, che il Carlino seguirà chilometro dopo chilometro, prendendone parte per raccontare dal vivo una testimonianza concreta della risposta che il nostro territorio ha dato, spontaneamente, all’esplosione del conflitto. Il viaggio verso Leopoli, con la consegnata dell’ambulanza, sarà inoltre dedicato ad Angie Arroyo, infermiera strumentista recentemente scomparsa che è stata a lungo sostenitrice e collaboratrice di Hesperia Bimbi.

Per chi volesse sapere qualcosa di più sull’iniziativa della onlus è possibile collegarsi al sito www.hesperiabimbi.org, il sito comprende uno spazio dedicato al viaggio in Ucraina pronto a partire. Si possono inoltre fare donazioni all’Iban IT 20 I 05387 12900 000002438752 intestandole a Hesperia Bimbi onlus.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?