‘Quando tutto diventò blu’ è il titolo dell’evento di stasera al Vibra di Modena nell’ambito di Màt, la Settimana della Salute Mentale: dalle 21 il fumettista Alessandro Baronciani, accompagnato da Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, porta in scena un racconto introspettivo che punta i riflettori sul problema degli attacchi di panico. A sonorizzare i disegni live di Baronciani e Toffolo saranno Corrado...

‘Quando tutto diventò blu’ è il titolo dell’evento di stasera al Vibra di Modena nell’ambito di Màt, la Settimana della Salute Mentale: dalle 21 il fumettista Alessandro Baronciani, accompagnato da Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, porta in scena un racconto introspettivo che punta i riflettori sul problema degli attacchi di panico. A sonorizzare i disegni live di Baronciani e Toffolo saranno Corrado Nuccini dei Giardini di Mirò e il violoncellista Daniele Rossi, mentre a dare voce ai testi originali scritti per lo spettacolo saranno due giovani artiste note nella scena indie: Ilariuni (voce dei Gomma) e Her Skin. Protagonista di ‘Quando tutto diventò blu’ è Chiara, che ama il mare e le immersioni ma un giorno si sente come soffocare sott’acqua. Chiara ha paura di tante cose, ma soprattutto di ammettere di avere un problema. Desidera fortemente che qualcuno dia un nome alla sua malattia per non dover ammettere di avere paura della paura. Alessandro Baronciani scrive un racconto così intimo da sembrare il diario di una persona vera e accompagna la giovane protagonista in un percorso che la porta a riconoscere di soffrire di attacchi di panico e superarli. Gli appuntamenti di Màt continuano in Appennino: a Pavullo, dalle nove, è in programma il seminario ‘Empowerment e libertà di scelta: come adattare l’intervento senza cambiare la relazione’, presso l’hangar dell’aeroporto Paolucci in via Teichfuss 6. Gli appuntamenti proseguono nel pomeriggio con rappresentazione musicali, letture, sport e danza che vanno a coinvolgere tutte le realtà del territorio presso la Galleria del Centro Commerciale Campanella. Da Pavullo a Montese, dove si passa dalla libertà di scelta al coraggio raccontato attraverso filmati, immagini e racconti: alle 15.30 proiezione di spettacoli teatrali, video, musica e canzoni prodotte dai ragazzi dei Centro Diurni Asp e Cooperativa Gulliver su esperienze di coraggio, tema protagonista anche dei racconti che andranno in scena dalle 18 in una sorta di ‘biblioteca vivente’ dove chiunque può intervenire e raccontare la propria esperienza.