"I ladri hanno messo a soqquadro la casa"

Montese, una famiglia rientra nell’abitazione e trova tutto sottosopra. "Eravamo usciti da poco. Ci stavamo controllando" .

"I ladri hanno messo a soqquadro la casa"

"I ladri hanno messo a soqquadro la casa"

Il terremoto non avrebbe fatto altrettanto. All’interno della casa era tutto sottosopra, cassetti, biancheria, libri, suppellettili, perfino l’immondizia era sparsa sul pavimento della cucina. Era quasi impossibile entrare nella camera da letto dove nulla era rimasto al suo posto, materassi compresi. Se l’è trovata in queste condizioni la signora Rina quando è rientrata dopo un’assenza di 45 minuti. Opera probabilmente di tre persone, due delle quali potrebbero aver consumato materialmente l’azione e l’altro rimasto all’esterno, verso la strada, a far da palo. Se di tentato furto si tratta, c’è qualcosa di anomalo. Perché pare non manchi nulla, nemmeno di valore. Sul pavimento sono stati trovati trenta euro in banconote e il gruzzoletto di monete, una catenina d’oro e una fede nuziale, ben visibili, non sono stati toccati. Stanno indagando i carabinieri di Montese. Tutto è avvenuto in località Porcellacce, un nucleo isolato con tre abitazioni, due delle quali non abitate, situato quasi ai margini della strada provinciale 34 Montese – Maserno. Nelle due vuote non è stato rilevato alcun segno anche di tentata effrazione a porte o finestre. "Sono uscita alle 8,45 e dopo tre quarti d’ora ero di nuovo qui - ha raccontato la signora Rina -. Mio marito era andato a svolgere l’impegno settimanale di volontariato del venerdì. Ho trovato semiaperto il cancellino che immette alla casa, cosa strana, perché ero certa di averlo chiuso. Lo chiudiamo sempre. Aperta la porta di casa mi sono trovata di fronte un inferno. Sui pavimenti c’era di tutto. Ero disperata. Ho telefonato ai carabinieri di Montese che sono arrivati subito, ma dei malviventi, ormai, non c’era più traccia". I tre individui si sono intromessi nell’abitazione dalla finestra della cucina, al primo piano. Per infrangere il vetro non hanno utilizzato loro attrezzi da scasso, ma un martello dei proprietari dell’immobile, recuperato al momento nel locale attiguo alla finestra e abbandonato poi sul marciapiede. Avevano studiato le abitudini della famiglia Piccinelli? Il territorio di Montese è presidiato dalle forze dell’ordine e specialmente la presenza dei carabinieri la si vede a tutte le ore. Qualche settimana fa, nella periferia di Montese capoluogo, è stato consumato un furto in un’abitazione di Via Paravento e un tentativo è andato a vuoto in Via Montello. In quest’ultimo caso, il proprietario di una villetta, che abita in altro paese, per mezzo della telecamera installata, verso sera, ha visto tre individui incappucciati avvicinarsi alla casa vuota, per poi allontanarsi, accortisi, forse, dell’impianto di allarme. w. b.