Nell’anno di Dante Alighieri (ricorrono i sette secoli dalla sua morte) un viaggio stereofonico porta il Sommo Poeta su Alexa, l’assistente vocale di Amazon. È l’avveniristico progetto ideato da Francesca Fini che trova un collegamento diretto con la nostra città in Daniele Sirotti (entrambi nella foto). Regista e attore, titolare della ’Blue Rose’, scuola di ’teatro di prosa’, che si trova al Teatro Tempio, Sirotti , che di recente ha recitato nel film ’Il caso Pantani’ (Netflix), darà voce insieme a Daniela Cavallini ai versi tratti dalle ’Rime’ e dalla ’Vita Nuova’. Un podcast...

Nell’anno di Dante Alighieri (ricorrono i sette secoli dalla sua morte) un viaggio stereofonico porta il Sommo Poeta su Alexa, l’assistente vocale di Amazon. È l’avveniristico progetto ideato da Francesca Fini che trova un collegamento diretto con la nostra città in Daniele Sirotti (entrambi nella foto). Regista e attore, titolare della ’Blue Rose’, scuola di ’teatro di prosa’, che si trova al Teatro Tempio, Sirotti , che di recente ha recitato nel film ’Il caso Pantani’ (Netflix), darà voce insieme a Daniela Cavallini ai versi tratti dalle ’Rime’ e dalla ’Vita Nuova’. Un podcast di 21 puntate che ha una natura sperimentale: la trasposizione del mondo dantesco nella nostra quotidianità. Come? Grazie al lavoro del sound designer Boris Riccardo D’Agostino, le voci degli attori vanno a mischiarsi con un vero ’paesaggio sonoro’ ambientato nella contemporaneità e che darà all’ascoltatore la sensazione di trovarsi in aeroporto, oppure nel bel mezzo di una festa.

Filo conduttore, tra un passato che non c’è più e l’innovazione, sono i temi cari al sommo poeta: amore, esilio, amicizia. "Essere coinvolto nei progetti di Francesca Fini – spiega Sirotti – è sempre molto stimolante, si tratta ogni volta di idee innovative dove la creatività trova grande spazio. Interpretare le parole di Dante, rigorosamente nel linguaggio di Dante, è stata una bella sfida. Io recito in 11 delle 21 ’puntate’ e un aspetto che ci tengo a sottolineare è che nel progetto sono presenti anche ballate e scritti giocosi. L’insegnamento che viene fatto ai giovani nelle scuole, così come tutti le conosciamo, fa pensare a un Dante esclusivamente ’serio’. Così per tanti altri grandi. In realtà, e questa esperienza lo dimostra, c’è anche un lato divertente e giocoso". Il progetto, il cui nome è ’Radio-Dante’, è stato commissionato dall’Istituto Italiano di Cultura di Tirana (Albania) e viene trasmesso su Radio MI. Non solo, sul sito www.radio-dante.com è possibile ascoltare il podcast e il riferimento alla pagina web ci riporta all’assistente vocale Alexa: il sito, che ha una versione in italiano ed una in albanese, permette di collegarsi allo Skill che, attraverso Amazon, rende possibile l’ascolto di ’Radio-Dante’ sul dispositivo in casa. Il progetto prevede anche una parafrasi delle parti recitate, questo anche grazie alla partecipazione di un dantista, Emanuele Di Silvestro, che ha curato il lavoro di Francesca Fini, Daniele Sirotti e Daniela Cavallini.

"Devo dire – spiega Fini, ideatrice del viaggio stereofonico – che stiamo raccogliendo notevole successo. I due attori sono stati affiancati da un coach dantista e il tutto funziona, siamo molto soddisfatti. Una volta conclusa la trasmissione su Radio MI, ogni ’puntata’ viene messa online al lunedì e per il momento siamo alle prime otto, penso che proporremo il progetto anche a radio italiane, qui purtroppo non abbiamo avuto molto tempo per pubblicizzare la nostra opera".

Francesco Vecchi