La multiutility Hera alla Fiera di Parigi presenta il ‘contatore salvavita’ per tenere sotto controllo il flusso di gas e intervenire, in tempo reale, nel caso di terremoti, fughe di gas, piccole perdite. Si chiama ‘NexMeter’, ed è stato mostrato ieri in anteprima alla European Week Utility 2019, la più...

La multiutility Hera alla Fiera di Parigi presenta il ‘contatore salvavita’ per tenere sotto controllo il flusso di gas e intervenire, in tempo reale, nel caso di terremoti, fughe di gas, piccole perdite. Si chiama ‘NexMeter’, ed è stato mostrato ieri in anteprima alla European Week Utility 2019, la più importante fiera del settore. «Si tratta – dichiara l’ad Stefano Venier – di una ventata di innovazione in un business, quello della distribuzione gas, con aspetti ancora molto tradizionali». Secondo l’ad sono due, in particolare, «le collaborazioni per arrivare all’industrializzazione del contatore ‘intelligente’: la Panasonic, leader mondiale nell’elettronica di consumo, e la vicentina Pietro Fiorentini per la parte manifatturiera. Nei prossimi mesi – fa sapere – cominceranno le prime installazioni dei circa 300mila apparecchi che il gruppo conta di mettere in attività tra il 2020 e il 2023, con un investimento intorno ai 45 milioni». Le aree scelte per installare i primi esemplari ‘NexMeter’ sono, e non a caso, quelle a più alto rischio sismico: la Bassa modenese e la zona del Ferrarese, interessate dai terremoti di maggio 2012, che fece 28 vittime, e il Friuli, altra area ad alto rischio sismico. Ma come funziona il ‘contatore salvavita’? «Semplice – spiega l’ad Venier – si spegne quando percepisce una anomalia, come una scossa di terremoto violenta, una rottura, ma interviene anche nel caso di un atto volontario, come i tentati suicidi». Il contatore interrompe la fornitura anche in caso di piccole fughe, di cui spesso è difficile accorgersi.

v.b.