Il Modena deve fare a meno del suo regista. Gerli out un mese, rientra con la Reggiana

Lo staff farà di tutto per averlo contro il Parma, ma è più probabile uno stop fino a dicembre. Vaira: "Finora bilancio positivo"

Il Modena deve fare a meno del suo regista. Gerli out un mese, rientra con la Reggiana

Il Modena deve fare a meno del suo regista. Gerli out un mese, rientra con la Reggiana

L’ammissione è arrivata direttamente dalla voce di Paolo Bianco, sempre molto onesto e chiaro nelle sue analisi a bocce ferme. Il Modena ha toppato la prestazione, non c’è che dire. È risultato nervoso e parliamo di quel sentimento che inconsciamente ti spinge a voler andare oltre quelle che sono le tue capacità, seppur non ce ne sia bisogno perché se i canarini sono lassù a giocarsi un bel campionato lo devono a ciò che hanno dimostrato fin qui. Gambe e testa non ha dialogato tra loro, oltre al tema tecnico tornato attuale della poca propensione alla conclusione verso la porta di Stankovic, miracoloso solo su Bonfanti ad inizio ripresa. Altro tema tattico può riguardare il centrocampo. Il reparto si era ben comportato a Catanzaro, nonostante l’assenza di Gerli, in un contesto a 4, con Duca e Guiebre sulle fasce e Magnino e Palumbo al centro. Con la Samp, tornato a 3, la mancanza del metronomo gialloblù si è probabilmente fatta sentire più di quanto si poteva pensare. La fisicità blucerchiata ha preso il sopravvento e, in casa, quando il Modena è chiamato a fare la partita più di quanto non faccia in trasferta, lo strappo di Gerli diventa arma fondamentale tra le folte maglie avversarie. Non solo lo strappo, anche il dinamismo e la capacità di abbassarsi in difesa, ricevere la sfera e impostare il gioco.

Insomma, prima o poi l’assenza del numero 16 doveva farsi sentire e ci mancherebbe, aggiungiamo noi. La sosta arriva in soccorso, anche se le tempistiche non sono ottimistiche. Il Modena farà di tutto per recuperarlo per la super sfida di Parma ma è decisamente più facile che l’obiettivo sarà riaverlo per il derby con la Reggiana del prossimo 2 dicembre. A proposito. All’orizzonte ci sono questi due derby davvero affascinanti, la pausa per le nazionali ha chiuso un mini-ciclo davvero proficuo e su questo non ci piove. Concetto confermato anche dal d.s. Davide Vaira intervistato ieri da Radio Serie A: "Il bilancio finora è soddisfacente, il quarto posto è un ottimo risultato. Contro la Sampdoria è arrivata forse la prestazione meno brillante da inizio campionato, ma va dato merito anche alle capacità degli avversari. I playoff? L’obiettivo è provare a migliorarci sempre, cercando di crescere anno dopo anno. Sono contento di aver portato a Modena un allenatore come Paolo Bianco, sono sicuro che ha davanti a sé una grande carriera, perché è preparato, perbene e sa creare una mentalità vincente".

Alessandro Troncone