GIANPAOLO ANNESE
Cronaca

Il Pd sonda i suoi elettori: "Vi è piaciuto Muzzarelli?". Idea Ztl ampia e ’città 30’

I 9mila partecipanti alle primarie hanno ricevuto il questionario sul programma. Domande su nidi gratis, case pubbliche, accordi tra Comune e vigilanti privati .

Il Pd sonda i suoi elettori: "Vi è piaciuto Muzzarelli?". Idea Ztl ampia e ’città 30’

Il Pd sonda i suoi elettori: "Vi è piaciuto Muzzarelli?". Idea Ztl ampia e ’città 30’

’ll sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha guidato l’Amministrazione comunale per due mandati. Quale giudizio dai sugli ultimi 10 anni?’ ’Pensando alla Modena dei prossimi 10 anni quali sono le tre priorità sulle quali dovrebbe lavorare la prossima Amministrazione?’ ’Ritieni valida la proposta ’tutta la città’ a 30 chilometri orari?’. Sono alcune delle domande contenute nel questionario dal titolo ’La città che vorrei’ che in queste ore sta arrivando in mail ai 9mila votanti delle primarie e agli interessati "per ascoltare idee e proposte per il programma elettorale su casa, ambiente, servizi di prossimità, welfare, sicurezze, centro storico e frazioni, cultura e sport".

Il file da compilare prevede domande a risposta multipla, possibilità di individuare le priorità su ogni argomento, spazi bianchi per inserire eventuali proposte. "Con il tuo contributo – scrive la segretaria cittadina del Pd Federica Venturelli nell’introduzione – inizieremo a realizzare un percorso trasparente e aperto fatto di condivisione di idee, soluzioni e progetti per costruire insieme una visione di futuro per la nostra città".

È chiaro che il questionario costituisce in nuce quello che potrebbe essere il futuro programma del Partito democratico. Sulla sicurezza per esempio si chiede: ’Quanto sei d’accordo da uno a dieci con le seguenti affermazioni?’. Seguono le opzioni: promuovere accordi tra Comune e istituti di vigilanza privata per il presidio di immobili o spazi pubblici, supportare con contributi pubblici progetti privati di vigilanza per condomini o rioni, rilanciare il vigile di quartiere, istituire presidi fissi di polizia nei parchi pubblici.

Anche sulla povertà abitativa si ventila la possibilità ’di investire su alloggi con prezzi calmierati e accessibili in particolare per giovani, giovani coppie e lavoratori, mettendo risorse soprattutto sul recupero di edifici inutilizzati, sia pubblici che privati, sostenere il pagamento dell’affitto per le famiglie in difficoltà, contenere l’uso di abitazioni affittate ad uso B&B con tassazioni extra o disposizioni’. E se per gli asili nido si parla di gratuità, sulla mobilità si misura il gradimento degli intervistati sulla pedonalizzazione di Piazza Sant’Agostino, l’ampliamento della zona ZTL a partire dalla zona di Corso Cavour e poi Corso Vittorio Emanuele, chiusura alle automobili in via Emilia Centro durante i week-end, prendendo spunto dai T-Days a Bologna.